Articolo

Coppetta anticellulite, come sceglierla

La coppettazione è una tecnica terapeutica della medicina tradizionale cinese: sempre più conosciuta anche in Occidente si rivela oggi trattamento estetico alternativo contro la cellulite.

coppetta-anticellulite

Credit foto
©Andriy Popov / 123rf.com

Coppettazione: cos'è

La coppettazione consiste nell'applicare delle coppette di vetro o altro materiale, in cui viene preventivamente creato del vuoto, sulla pelle del trattato, in corrispondenza di determinati punti. 

 

In medicina tradizionale cinese viene applicata a scopo terapeutico sui meridiani e sugli tsubo, nonché sulle aree dolenti. In Occidente viene applicata da terapeuti specializzati in MTC, ma non solo: la coppettazione ha trovato utilità anche nel mondo dell'estetica

 

La sua funzione è infatti quella di movimentare gli accumuli adiposi e i ristagni edematosi, eliminando l'invasione dell'energia umida che, sempre secondo la medicina tradizionale cinese, è responsabile della cellulite

 

Il fenomeno del risucchio, infine, genera un massaggio connettivale e linfodrenante, con stimolazione della circolazione locale. 

 

Coppetta anticellulite: come sceglierla

La tecnica della coppettazione con lo scopo di ridurre la cellulite viene praticata in molti centri estetici, ma ormai è possibile anche eseguirla a casa. 

 

In commercio esistono diversi tipi di coppette a scopo estetico e terapeutico, e saperle scegliere è importante per raggiungere i risultati voluti in maniera semplice.

 

Le caratteristiche di una buona coppetta anticellulite devono essere:

 

> materiale lavabile ed igienizzabile: lattice e gomma vanno benissimo, la coppetta deve essere morbida e maneggevole, evitate il vetro e materiale rigido, in quanto risulterà difficile creare l'effetto risucchio all'interno della coppetta (sarebbe necessario usare una fonte di calore) e perchè sono strumenti riservati a chi ha una adeguata formazione in medicina tradizionale cinese e coppettazione;

 

> misure: si trovano coppette anticellulite di varie dimensioni. La dimensione ideale si aggira sui 5 cm di diametro: queste coppette risultano maneggevoli e esercitano un massaggio puntuale e più localizzato. 

 

Considerate inoltre che, per funzionare, si deve creare del vuoto all'interno della coppetta, agendo con le dita delle mani e premendo, cosa che, usando coppette troppo grandi, non si riesce a fare;

 

> ci sono kit di coppette di varie dimensioni: ciascun prodotto solitamente contiene anche istruzioni per un uso efficace, e dedica diversi diametri e diverse forme di coppette a parti ben distinte del corpo. 

 

Non è necessario avere più di una o due coppette, ma se volete provare affidatevi ai suggerimenti dei produttori;

 

> durata: le coppette non durano più di 6 mesi. Con l'uso di creme ed oli, e quindi con il lavaggio frequente, il lattice si degrada e si secca, perdendo le proprie caratteristiche di flessibilità. Diffidate di chi vi promette una vita più longeva, a meno che non usiate la coppetta una volta al mese, la qual cosa risulterebbe del tutto inefficace contro la cellulite.

 

La coppetta anticellulite si può usare su glutei, cosce, fianchi e addome. Ricordare sempre che la cellulite non se ne andrà magicamente usando la coppetta una volta ogni tanto. Ci vuole costanza, anche se i risultati sulla pelle si vedono già dai primi giorni di utilizzo. 

 

Usatela anche tutti i giorni, se non avete cellulite particolarmente dolorosa e non soffrite di fragilità capillare. Abbinate sempre una crema o un olio drenante, per far scorrere la coppetta sulla pelle senza danneggiare la delicata rete capillare superficiale. 

 

Infine agite su più fronti: sana alimentazione e adeguata attività fisica migliorano di molto i risultati ottenibili.