Articolo

I rimedi naturali per gli sbalzi d'umore post parto

Chiamiamoli pure sbalzi d'umore. C'è ben altro, dietro. Il momento dopo il parto è un gigantesco uragano di sensazioni, malesseri, emozioni di cui le neomamme sono in balìa. Prima o poi passa, ma ci sono anche dei modi per affrontarlo serenamente.

 I rimedi naturali per gli sbalzi d'umore post parto

Capita così, che hai un bambino e ti ritrovi felice ma senza forze. Non dormi da mesi, già da quando eri in gravidanza, lui/lei piange in continuazione, non riesci a farti una doccia da chissà quanto tempo, ti senti immensamente sola di fronte a tanta responsabilità. E stanca, immensamente stanca. Non sei diventata cattiva improvvisamente, non ti preoccupare. Sei solo sfinita.

Gli ormoni della gravidanza e del parto, poi, arrivano a complicare ulteriormente la situazione: un vero e proprio uragano di molecole in transito modificano il tuo corpo, le tue sensazioni e i tuoi stati d’animo. Gli altri, da fuori, vedono solo i tuoi sbalzi d’umore, ma in realtà è lapunta di un enorme iceberg che rischia di “corroderti” da dentro. Ci sono buone notizie: è una condizione normale, naturale ma, soprattutto, passa. Nell’attesa, ci sono ottimi rimedi naturali da provare.

 

Rimedi naturali per gli sbalzi d’umore post parto: stile di vita

Si parla di Baby-Blues: una sorta di tristezza che compare qualche giorno dopo la nascita del bambino e dura circa una settimana, dieci giorni, a volte più a lungo. L’umore è altalenante, si piange facilmente, si è molto irritabili, mancano la memoria e la concentrazione. Non si tratta di una malattia, ma, come si diceva, di una condizione fisiologica del nostro organismo. Passa da sola, ma la si può vivere meglio con alcuni piccoli accorgimenti:

>         Concedersi appena possibile un buon riposo nelle prime settimane dopo il parto: no, non è facile, ma la mamma deve cercare di dormire il più possibile, approfittando dei momenti in cui riposa il piccolo

>         Chiedere una mano ai familiari o amici per svolgere piccole incombenze domestiche, chiedere di diradare le visite di parenti e amici nei primi giorni dopo il ritorno a casa

>         Trovare il tempo per mangiare adeguatamente con alimenti ricchi di acidi grassi omega 3 (pesce, noci, olio di semi di lino), frutta e verdura fresche

>         Evitare le bevande eccitanti come il caffè, e l'alcool

>         Garantirsi un buon apporto di vitamina D: eventualmente si può chiedere al medico se serva un'integrazione

>         Recuperare presto un buon rapporto con il partner, che ha il compito di affiancare e sostenere la mamma mentre impara questo nuovo mestiere

>         Fare una leggera attività fisica, basta una passeggiata a piedi di dieci minuti

>         Massaggiare il proprio bambino in quanto, come dimostrato in un recente studio londinese, aiuta la mamma ad instaurare un buon rapporto con il neonato

>         Riprendere poco per volta le proprie abitudini: qualche breve uscita con le amiche, mezzoretta dal parrucchiere, qualche minuto al giorno per i propri hobby

 

Rimedi naturali per gli sbalzi d’umore post parto: quali scegliere

Oltre a un nuovo atteggiamento, possono giovare alcuni rimedi naturali più specifici, eccone i principali:

>         L’oligoterapia consiglia rame-oro-argento, che facilita la ripresa generale

>         L’aromaterapia consiglia di diffondere nell’ambiente olio essenziale di rosa, che aiuta lo sviluppo della parte femminile e mitiga lo stress legato ai rapporti affettivi

>         La floriterapia consiglia: Red Chestnut per le ansie eccessive legate al neonato, Mustard per la malinconia oscura, Larch per l’insicurezza

>         L’omeopatia consiglia rimedi personalizzati a seconda delle sfumature di stati d’animo:  Sepia se la vita appare buia e priva di gioia; Ignatia, per l’ansia della neomamma; Pulsatilla, rimedio d'eccellenza per gli sbalzi d’umore; Staphisagria per chi ha avuto un parto difficile; Arsenicum Album per le preoccupazioni eccessive dopo la gravidanza; Lachesis, per la stanchezza post partum; Kali Phos è invece utile per tutte le mamme nei primi mesi dopo il parto, perché favorisce il recupero delle energie, aiuta a riposare meglio e recuperare forza e positività grazie a un sonno ristoratore, anche se interrotto.

 

Sbalzi d’umore post parto: quando chiedere aiuto

Gli sbalzi d’umore, si è detto, sono fisiologici e naturali. E naturalmente durano per un limitato periodo di tempo. Se invece i sintomi si aggravano e persistono nel tempo senza miglioramenti, è il momento di chiedere aiuto.

Chiedete supporto al vostro medico se per alcune settimane a fila vi sentite costantemente di umore cupo, niente riesce a darvi piacere, se nessuna attività ha interesse e se compaiono cinque o più dei seguenti sintomi:

>         Indolenza

>         Affaticamento

>         Inappetenza

>         Sensazione di disperazione

>         Insonnia

>         Sonno eccessivo

>         Sensi di colpa eccessivi persistenti

>         Confusione mentale

>         Vuoti frequenti di memoria

>         Pianto incessante

>         Iperattività

>         Letargia

>         Mancanza completa di interesse per il bambino

>         Paura di far male al bambino o a se stessa

>         Sensazione costante di essere inadeguata per prendersi cura del bambino

>         Cambiamenti di umore repentini, frequenti, immotivati

 

Per approfondire:
>>  Prodotti naturali e fiori di Bach per la depressione post parto
>>  La dieta dopo il parto

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio