Articolo

Pidocchi, come riconoscerli ed eliminarli

I pidocchi sono piccoli parassiti che possono infestare zone del corpo in cui sono presenti peli e capelli. Si riconoscono per la presenza delle uova e per il forte prurito e si possono eliminare anche con rimedi naturali molto semplici.

come-riconoscere-i-pidocchi

Credit foto
©Kwanchai Chai-udom / 123rf.com

Pidocchi: come riconoscerli

I pidocchi  sono piccoli parassiti in grado di aderire a peli e capelli causando un intenso prurito.

 

I pidocchi possono essere ospitati nei capelli ma anche in altre zone del corpo caratterizzate dalla presenza di peli.

 

L’infestazione è frequente nei bambini e avviene per contatto diretto, ad esempio in seguito allo scambio di spazzole, pettini o fermagli.
I pidocchi restano ben ancorati sui capelli, perforano la cute e, durante il loro ciclo vitale, depongono numerose uova di dimensioni molto piccole e bianche, visibili ad occhio nudo tra i capelli. 

 

Le uova dei pidocchi possono essere confuse per forfora ma, a differenza della forfora, aderiscono ai capelli e questo è un elemento che può aiutare a riconoscere un’infestazione da pidocchi

 

Generalmente, un numero maggiore di uova è visibile dietro le orecchie, sulla nuca e sulle tempie. Se l’infestazione è recente, le uova o lendini dei pidocchi saranno molto vicine alla radice del capello, mentre se l’infestazione è iniziata da qualche settimana, le uova saranno visibili più lontane dalla radice. 

 

Oltre alle uova, saranno visibili anche i pidocchi adulti e, inoltre, l’infestazione sarà riconoscibile dalla presenza del prurito, sintomo principale della peduncolosi.

 

Pidocchi: come eliminarli

Una volta riconosciuta un’infestazione da pidocchi sarà necessario eliminare sia i parassiti sia le uova. Per prima cosa andrà utilizzato un pettine a denti molto fitti per staccare le uova che aderiscono ai capelli ed eliminarle. 

 

Il pettine va utilizzato ogni due o tre giorni, tenendo conto che ogni femmina di pidocchio può produrre fino a cinque uova al giorno. Per una maggiore efficacia, è possibile vaporizzare sui capelli una soluzione di acqua e aceto prima di procedere all’eliminazione delle uova attraverso il pettine, oppure bagnare il pettine con aceto prima di procedere.

 

L’aceto è da sempre il principale rimedio naturale per eliminare i pidocchi e può essere utilizzato anche come impacco su cuoio capelluto e capelli. 

 

Questo rimedio della nonna per eliminare i pidocchi prevede di aggiungere a un bicchiere di aceto di mele 10 gocce di olio essenziale di Tea tree e 5 gocce di olio essenziale di lavanda: il composto va poi distribuito sui capelli e lasciato in posa per un quarto d’ora prima di procedere con il risciacquo con acqua tiepida.

 

Un altro rimedio naturale contro i pidocchi sembra essere l’infuso di noce, da preparare con un bicchiere di acqua bollente in cui lasciare in infusione un cucchiaio di foglie di noce.

 

Una volta tiepido, l’infuso può essere filtrato e applicato su cute e capelli; si lascia in posa per 15 minuti e si procede infine con il risciacquo.

 

Per prevenire infestazioni future è consigliabile evitare lo scambio di spazzole, pettini, fermagli e altri oggetti che si utilizzano a contatto diretto con i capelli.