Articolo

Pidocchi: l'aceto è un rimedio efficace?

L'aceto è da sempre considerato un rimedio efficace contro i pidocchi: scopriamone la reale efficacia e come usarlo

Pidocchi: l'aceto è un rimedio efficace?

L’aceto è un rimedio naturale tradizionalmente usato per combattere i pidocchi: scopriamo se l’aceto è davvero efficace contro i pidocchi e come utilizzarlo.

 

Aceto contro i pidocchi: è efficace?

L’aceto è un ingrediente naturale che si forma a partire dall’etanolo in presenza di batteri e aria. Facilmente reperibile ed economico, l’aceto viene utilizzato come condimento in cucina ma anche come detergente naturale per le pulizie di casa e come rimedio per diversi disturbi o inestetismi.

Tra i tanti usi dell’aceto, uno è sicuramente quello contro i pidocchi: l’aceto infatti rappresenta un rimedio tradizionale “della nonna” per combattere le infestazioni dei pidocchi in adulti e bambini.

Sembra che l’efficacia dell’aceto contro i pidocchi sia dovuta alla presenza di acido acetico, sostanza che diminuirebbe l’aderenza delle uova e dei pidocchi giovani ai capelli: l’aceto quindi non uccide i pidocchi ma può aiutare a eliminare quelli più giovani e le uova che aderiscono ai capelli.

 

Come utilizzare l’aceto contro i pidocchi

Per eliminare i pidocchi più giovani e soprattutto liberarsi delle larve, occorre preparare una soluzione di acqua e aceto di vino bianco in parti uguali.

Dopo lo shampoo versate la soluzione di acqua e aceto sui capelli ancora bagnati, distribuendola bene su tutta la capigliatura; avvolgete i capelli in un sacchetto di plastica e lasciate agire per circa 10 minuti, dopodiché risciacquate i capelli solo con acqua.

Infine, passate tra i capelli un pettine a denti molto stretti: siate meticolosi e cercate di pettinare tutti i capelli, dividendoli in ciocche; in questo modo si riusciranno a rimuovere le larve che grazie all’azione dell’aceto aderiranno con meno forza ai capelli.

Il trattamento con aceto contro i pidocchi è semplice, naturale ed economico ma richiede tempo e pazienza: va infatti effettuato ogni giorno finché nel pettine non si noteranno più uova. Per liberarsi dei pidocchi utilizzando l’aceto saranno quindi necessarie dalle due alle quattro settimane.

Normalmente l’aceto viene utilizzato per lucidare e ammorbidire i capelli, ma un uso prolungato e frequente potrebbe invece avere l’effetto opposto, rendendo di conseguenza i capelli più secchi: durante il trattamento contro i pidocchi, potete ricorrere a maschere e balsami per prevenire secchezza e disidratazione dei capelli.

Dato che l'aceto è utile solo in caso di larve e pidocchi giovani, per infestazioni più importanti è preferibile ricorrere a una lozione specifica contro i pidocchi.

 

Scopri gli altri rimedi contro i pidocchi

Come si prendono i pidocchi?

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio