Articolo

Fegato ingrossato? Le cause e la dieta

Il fegato ingrossato è sempre un sintomo: le cause possono essere svariate malattie, con rimedi differenti e specifici. In ogni caso la dieta può aiutare. Ecco come e perché

Fegato ingrossato? Le cause e la dieta

Quando uno degli organi interni si ingrossa c'è sempre un perché. Senza allarmismi, bisogna risalire alle cause e cercare di porvi rimedio.

Succede anche al fegato: che sia ingrossato è spesso sintomo di una patologia sottostante che va diagnosticata, con l'aiuto del medico.

Ci possono essere, o meno, anche altri sintomi quali ittero (pelle e occhi giallastri), nausea, vomito.

Una dieta adeguata può supportare in ogni caso la guarigione.

 

Fegato ingrossato: le cause

Epatomegalia: questo il nome medico del fegato ingrossato. Che non è una malattia di per sé, ma il sintomo di una malattia.

Il fegato è l'organo più grande del nostro corpo, con il suo chilo e mezzo di "stazza", localizzato nella nostra destra, appena sotto le costole (avete messo una mano per toccarlo, vero?).

Un fegato ingrossato ha dimensioni ancora maggiori. Cause del fegato ingrossato vanno ricercate principalmente nelle malattie epatiche, cardiache, difetti di crescita, infezioni virali.

Ecco nel dettaglio alcune cause del fegato ingrossato:

  • infezioni virali: mononucleosi
  • patologie cardiocircolatorie: insufficienza cardiaca, pericardite
  • malattie ematologiche: linfomi, leucemia
  • tumori epatici o in altra sede con metastasi epatiche.

 

Il fegato nella zona riflessa del piede

 

Fegato ingrossato: la dieta

La dieta da sola non risolve il problema del fegato ingrossato, quindi, no al fai-da-te. Chiedete al vostro medico, fate gli esami e curate la causa del vostro fegato ingrossato.

Contemporaneamente, migliorate il vostro stile di vita: smettete di fumare, abolite gli alcolici di qualunque tipo, riducete all'essenziale i farmaci ma anche gli integratori e i rimedi erboristici non indispensabili.

Cambiate la vostra dieta con una più sana! Ecco alcuni accorgimenti da adottare:

  • Eliminate i fritti, almeno per tutto il periodo di cura del fegato
  • Limitare i condimenti a poco olio extravergine d'oliva aggiunto a freddo. No a maionese, salse e intingoli vari
  • Evitate i formaggi grassi e le carni grasse
  • Preferite carni bianche, pesce azzurro e proteine vegetali
  • Limitare gli zuccheri e le farine raffinate
  • Diminuite il numero dei caffè giornalieri
  • Limitare il consumo di insaccati e prodotti conservati in generale, per evitare il sovraccarico di tossine dato dai conservanti, insaporitori, emulsionanti, e compagnia bella

 

Come dare benessere al fegato?

 

Per approfondire:

> Fegato curato con la fitoterapia

> Fegato, i rimedi naturali omeopatici