Articolo

Le zone riflesse del piede: il fegato

Studiamo le zone riflesse del piede, in particolare la zona del fegato: la posizione, il suo significato e l'approccio del riflessologia podalica olistica

Le zone riflesse del piede: il fegato

Il fegato è l'organo interno più voluminoso. Si trova nella cavità addominale, con predominanza a destra, sovrasta lo stomaco e confina con il cuore.

Le sue funzioni sono molteplici: produce la bile, che concorre alla digestione, emulsionando i grassi e scomponendo le grosse cellule permette agli enzimi di aumentare la superficie di azione. Produce inoltre glicogeno e glucosio, immagazzina glucosio e ne mantiene l'equilibrio nel sangue.

Ulteriore funzione del fegato è quella di organizzare la distribuzione dei nutrienti: il sangue proveniente dall'apparato digerente si immette nel fegato tramite la vena porta ecompito del fegato è quello di captare e trasformare le sostanze nutritive e di distribuirle ai vari organi.

 

Il fegato nella zona riflessa del piede

Il fegato è un organo molto grande che si trova sotto il diaframma, nella cavità addominale, con predominanza a destra.

Sul piede si riflette sulla pianta nella parti molli, essendo un organo molle, rispondendo alla legge riflessologica della similitudine (gli organi si riflettono sulla parte morbida del piede).

L'area del fegato, in riflessologia plantare, si reperisce sulla pianta al centro del piede, sotto i cuscinetti dei metatarsi. È in predomianza sul piede destro, ma una parte dell'area del fegato si trova anche sul piede sinistro.

L'epicentro del fegato si divide, secondo la riflessologia podalica olistica® , in epicentro fisico ed epicentro energetico: l'epicentro fisico del fegato in riflessologia si trova sulla pianta del solo piede destro, in una sottile zona orizzontale che comprende la parte sotto l'articolazione tra metatarso e falangi del terzo e del quarto dito; l'epicentro energetico è sempre sulla pianta del piede destro e si colloca sull'articolazione tra falange e metatarsi del solo quarto dito.

Questo epicentro si trova sopra l'epicentro fisico, e per ubicarlo sul piede si è soliti piegare delicatamente il quarto dito verso il dorso: in questo modo si porta in evidenza l'articolazione metatarso falangea.

 

Fegato ingrossato? Ecco le cause e la dieta da seguire

 

Interpretazione analogica del Fegato

Il fegato si posizione in predominanza a destra: analogicamente la parte destra è la parte pratica, materiale; il fegato rappresenta così un organo che si rapporta con la materialità della vita, con il fare. È un organo molto pratico, si lega alla trasformazione, al movimento e al calore. In medicina tradizionale cinese il fegato è legato all'energia della primavera, dell'adolescenza, e alla forza muscolare.

Analogicamente, e per tutte le funzioni che svolge e che coordina, esso ha a che vedere con la capacità di essere un buon leader: le sue possibilità di usare, scartare, trasformare e immagazzinare i nutrienti che riceve con il sangue derivante dall'apparato digerente si collega al prendere decisioni e gestire le esperienze della propria vita, mettendo in campo tutti gli strumenti atti a raggiungere lo scopo prefissato.

Gestisce il potere personale e immagazzina energia, decidendo come spenderla e per quali scopi. Questa funzione del fegato rimanda analogicamente alla capacità di utilizzare, senza sprecarle, le proprie energie.

Il fegato ha funzione di disintossicazione del sangue e ciò rimanda alla capacità di valutare e di distinguere, e di lasciare andare. Come tutto il sistema digestivo anche il fegato, pertanto, svolge il ruolo di fare propria l'esperienza e di utilizzarla per la vita e l'utilità di tutto il sistema.

Il fegato da indicazioni sulla capacità di gestire la parte materiale: il rapporto con i soldi e con le cose.

 

Trattamento fisico dei punti riflessi del fegato

Il fegato, per sua stessa natura, esprime una energia forte e reattiva. Trattare l'area del fegato fornisce indicazioni sul “troppo”: il fegato si ammala quando ciò che immettiamo nel nostro organismo è in quantità superiore al necessario o di qualità troppo grossolana.

Cibi troppo grassi e pesanti, alcolici e medicinali, sovraccaricano il lavoro del fegato. L'area, come qualsiasi altra area, può presentarsi vuota, molle e inerte alla palpazione, o dura, tesa, gonfia: questo dà indicazioni sulle condizioni fisiologiche delle funzioni del fegato, parlare di un disequilibrio o anche solo di una semplice difficoltà a svolgere le proprie funzioni.

Gli epicentri danno invece indicazioni sull'aspetto analogico dell'energia espressa fegato: il rapporto con l'aggressività, prima di tutto, energia forte, e poi le problematiche con il potere, che sia agito o subito.

 

Che legame c'è tra salute del fegato e progettualità?

 

 

Per approfondire:

> Il fegato, disturbi e rimedi naturali

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio