Articolo

Tisana di radice di Eleuterococco

Il decotto di eleuterococco è un ottimo rimedio quando l'organismo necessita di un supporto per rafforzare le sue resistenze fisiche e mentali, contrastare lo stress e stimolare il sistema immunitario.

tisana-eleuterococco

Credit foto
©Eugeniusz Dudzi?ski- 123RF

La radice di Eleuterococco in taglio tisana può essere considerata una bevanda utile per sostenere l’organismo nei momenti più difficoltosi.

Nei cambi di stagione, dopo una convalescenza, in caso di affaticamento un decotto di questo rimedio, altrimenti detto Ginseng Siberiano può essere particolarmente indicato.

Il nome botanico è Eleutherococcus Senticosus e si presenta come un arbusto che può raggiungere anche i 2 metri di altezza, con corteccia grigiastra o marrone, con rami spinosi e piccole bacche di colore scuro, nere o rossastre. Cresce nell’Asia nordorientale, in Siberia, in Corea e in Giappone.

 

Eleuterococco, attività principali

L’Eleuterococco può essere un rimedio adatto in questo periodo difficile, di virus influenzali di vario tipo, per sostenere l’organismo provato.

Le attività svolte da una tisana di radice di Eleuterococco sono di carattere tonico-adattogeno:

  • Ergogenica: attività ascrivibile all’eleuterococco di fornire vigore ed energia fisica e mentale.
  • Immunostimolante: in grado di rinforzare il sistema immunitario, con la stimolazione dei processi di fagocitosi dei monociti e dei granulociti (globuli bianchi) e un moderato aumento dei livelli di interferone.
  • Antinvecchiamento: svolge attività antiossidante, promuove la sintesi di proteine e la resistenza fisica e mentale.

 

Eleuterococco, Indicazioni principali

Quando è consigliabile assumere tisane e preparati a base di radice di Eleuterococco?

  • Stress psicofisico: la tisana di Eleuterococco è utile per contrastare condizioni di alterazione psicofisica, dovute a surmenage lavorativo, tensioni temporanee, prestazioni sportive impegnative e agonistiche.
  • Astenia: l’Eleuterococco è consigliabile in caso di stanchezza fisica e mentale, sindrome da stanchezza cronica, astenia da calo di elettroliti e nei cambi di stagione.
  • Difficoltà di concentrazione: stanchezza mentale, periodi di studio molto intensi, possono essere supportati dall’eleuterococco sia sottoforma di decotto sia come integratore.
  • Convalescenza da malattie infettive: in caso di influenza virale, di malattie che mettono a dura prova il sistema immunitario, l’eleuterococco può essere uno dei rimedi più indicati per aiutare a supportare l’organismo e a velocizzare i tempi di remissione
  • Basse difese immunitarie: condizioni di immunodepressione, secondo indicazione del medico, possono essere supportate da rimedi naturali come l’eleuterocco che svolgono azione adattogena
  • Ipotensione arteriosa: l’eleuterococco aiuta a riequilibrare stati pressorei deficitari, senza sollecitazioni che possano nuocere al sistema cardiocircolatorio, ma semplicemente ripristinando una condizione di benessere.
  • Senescenza: è utile per aiutare a contrastare i processi di invecchiamento e i primi sintomi di senescenza, a supporto delle facoltà cognitive, memoria e attenzione.

 

Eleuterococco, controindicazioni

L’Eleuterococco è sconsigliato in generale in soggetti con ipertensione arteriosa.


Per chi soffre di insonnia se ne sconsiglia l’assunzione nel tardo pomeriggio, anche se in ogni caso l’Eleuterococco risulta meno eccitante del Ginseng.


Per principio precauzionale coloro che assumono farmaci ipoglicemizzanti devono chiedere consiglio al medico prima di fare uso di preparati a base di eleuterococco, poiché potrebbero sommarsi alla cura in atto.
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio