Articolo

Le proprietà e i benefici dell'olio di canapa

Il suo sapore ricorda quello delle nocciole e va utilizzato a crudo per preservarne intatte le straordinarie qualità nutritive e virtù terapeutiche; ottimo per i bambini, è perfetto anche per gli adulti e gli anziani.

olio-di-canapa

Credit foto
©egal - 123rf

Cos'è l'olio di canapa

L'olio di canapa è un olio vegetale ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Cannabis sativa, pianta della famiglia delle Cannabaceae.

La pianta della canapa è originaria dell'Asia centrale e occidentale ma è coltivata ormai in diversi paesi del mondo per la commercializzazione di fibre, semi, olio e, nel caso della cannabis legale, anche delle infiorescenze.

L'olio di cannabis ha un colore che varia dal verde chiaro al verde intenso, possiede un odore poco marcato e un sapore molto gradevole che ricorda quello delle nocciole.
 

Proprietà dell'olio di canapa

Le proprietà dell'olio di semi di canapa sono diverse dalle proprietà della canapa sativa.

L’olio di semi di canapa è infatti praticamente privo di cannabinoidi ma ricco di acidi grassi essenziali, omega 3 e omega 6. L'olio ottenuto dalla canapa non ha dunque azione psicoattiva ma vanta proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e immunostimolanti.

L’uso esterno di olio di canapa ha invece azione emolliente e lenitiva ed è utile nella prevenzione di rughe e segni del tempo e nel trattamento delle pelli screpolate, secche o infiammate. Viene utilizzato in creme, shampoo, saponi e oli da massaggio.

Puoi approfondire gli usi dell'olio di canapa nell'ayurveda

 

I benefici dell'olio si canapa

Il consumo di olio di canapa può apportare diversi benefici. In particolare, date le proprietà antinfiammatorie, l'olio di canapa ha proprietà terapeutiche che possono aiutare in caso di infiammazioni e dolore cronico, ad esempio per la cura dell'artrosi e artriti, dolori muscolari e articolari.

La presenza di acidi grassi essenziali nell'olio di canapa può inoltre contribuire a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, diminuendo il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Poiché si tratta di un olio antinfiammatorio, l'uso di olio di canapa per massaggio è utile in caso di affezioni della pelle tra cui dermatiti atopiche, psoriasi, herpes, eritemi, eczemi, acne, prurito e, in geneale, per tutte le infiammazioni e irritazioni cutanee. L'olio di canapa può anche aiutare a prevenire la formazione di rughe e a preservare il tono e l'elasticità della pelle.

Dai semi della canapa si ricava anche la farina di canapa: scopri le proprietà


Uso dell'olio di canapa

L'olio di canapa può essere assunto:

  • Come integratore
  • Consumato come alimento.

Se ne possono utilizzare da un cucchiaino a tre cucchiai al giorno da aggiungere a crudo per condire insalate, contorni di verdure o aggiunto ai frullati e agli yogurt.

Esternamente, è possibile utilizzare l'olio di canapa puro o mescolato con altri oli vegetali per realizzare un olio rilassante e antinfiammatorio per massaggi della pelle del viso e del corpo.

 

Controindicazioni ed effetti collaterali

Le controindicazioni dell'olio di canapa non sono note e questo prodotto non presenta particolari effetti collaterali. Dato l'elevato apporto calorico e l'azione lassativa degli oli vegetali, il consumo di olio di canapa deve essere comunque moderato.

 

Come fare l'olio di canapa

L'olio di semi di canapa si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi della canapa. Per fare l'olio di canapa in casa è dunque necessario avere a disposizione un piccolo frantoio domestico.

L'olio di canapa ottenuto dalle foglie, o olio di marijuana,si può invece preparando macerando le foglie di cannabis in olio di oliva.

L'olio di canapa alimentare è facilmente reperibile nei negozi di alimentari, dove è possibile trovare olio di canapa spremuto a freddo e olio di canapa bio.

Dopo l'acquisto, deve essere conservato  lontano da fonti di calore e luminose e una volta aperto si conserva in frigorifero.

 

Descrizione della pianta della canapa

La canapa è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Cannabaceae, che può raggiungere i 2-3 metri di altezza.

Le foglie sono opposte e palmato-composte: quelle che crescono alla base del fusto hanno 5-7 segmenti lanceolati e dentati, mentre quelle che si sviluppano nella parte più alta sono trifogliate o semplici.


La canapa è una pianta dioica, ha i fiori maschili in infiorescenze allungate, pannocchie ampie e verde-gialle, perigonio quinquepartito e 5 stami; mentre i fiori femminili si presentano in infiorescenze più brevi e compatte. Le infiorescenze femminili hanno brattee ricche di ghiandole che producono una resina caratterizzata dalla presenza di cannabidioli, in particolare THC e CBD.

Il frutto è un achenio liscio, lucido, ovale appiattito, grigio-verde con venature scure, dal cui seme si estrae l'olio dalle molteplici proprietà.

 

La canapa dai mille usi

 

Altri articoli sulla canapa

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio