Articolo

Follicolite, i rimedi naturali

La pelle che si sensibilizza o infetta, manifesta reazioni simili all'acne. Alcuni rimedi naturali, agendo su più fronti, contribuiscono a una risoluzione efficace del problema.

follicolite-gambe

Credit foto
©Leszek Glasner / 123rf.com

Pelle chiara, delicata, morbida? In generale questa tipologia di carnagione deve prestare molta attenzione a qualsiasi tipo di trattamento di natura estetica si intenda effettuare, perché la pelle ne risulterà fortemente sensibilizzata.

 

Spesso la depilazione a strappo può essere una causa scatenante della follicolite e anche le pelli miste possono soffrire di alcuni effetti negativi. 

 

Prestiamo attenzione anche all'alimentazione, altra possibile causa e cerchiamo di capire come si manifesta questa infiammazione o addirittura infezione del follicolo pilifero.

 

Follicolite, come si presenta?

La follicolite è, come detto, un’infiammazione del follicolo pilifero. Può trasformarsi in infezione qualora ci sia una presenza batterica annidata in prossimità del follicolo, come lo Stafilococco Aureo, ma anche funghi e virus come la Candida o l’Herpes Simplex.

 

Si manifesta con la comparsa di numerose papule rosse, alcune in rilievo e se infette, con pus. Possono portare prurito, e a volte dolore. E’ importante non grattarsi, non toccarle con le mani, perché il problema potrebbe peggiorare.   

 

Compaiono in prossimità del follicolo pilifero, spesso laddove il pelo è stato estirpato o peggio spezzato. Se l’infiammazione è lieve e superficiale l’effetto “acneico” si risolve nel giro di qualche giorno. Se invece le lesioni sono infette, può necessitare più tempo ed essere necessario l’ausilio di presidi medici.

 

La causa è da attribuire a vari fattori tra cui la depilazione che su pelli particolarmente sensibili rappresenta un vero e proprio stress e lo strappo crea un trauma alle guaine che racchiudono il bulbo pilifero. 

 

Onde evitare l’infezione sarebbe auspicabile una profonda detersione della pelle prima di effettuare la ceretta con un detergente antibatterico e poi - naturalmente - utilizzare tutte le buone norme igieniche per una corretta profilassi.

 

Follicolite, come contrastarla

La pelle andrebbe sempre detersa molto bene. Quella particolarmente grassa con eccessi di sebo deve essere trattata con prodotti specifici, atti a regolare la produzione di sebo sulla pelle e a non seccarla eccessivamente, perché potrebbe innescarsi un circolo vizioso dannoso.

 

La beauty-routine per una corretta cura della pelle del viso prevede:

 

> una profonda detersione serale, con struccante e detergente, un tonico emolliente, disinfettante e ricostitutivo, che aiuti a ricompattare la pelle e una crema da notte;

 

> al mattino è sufficiente rinfrescare la pelle con acqua e applicare la crema da giorno e il make-up nel caso.

 

Per la cura della pelle del corpo, la detersione quotidiana è fondamentale. Soprattutto in previsione di una ceretta è bene prestare attenzione a certe aree più delicate, che oltre a essere pulite, devono risultare anche idratate ed elastiche.  

 

Evitiamo bagnoschiuma con componenti aggressivi per l’epidermide, o con schiumogeni che inaridiscono il film idrolipidico. Prediligiamo prodotti di fitocosmesi, con ingredienti naturali, compatibili con il pH della pelle.

 

Vediamo, quindi, quali rimedi naturali possiamo mettere in pratica sia per prevenire, sia per curare la follicolite.

 

E' importante curare anche l'alimentazione. A volte, se troppo raffinata o ricca di grassi, può appesantire il fegato e generare reazioni cutanee. E' importante consultare sempre un dermatologo e approfondire anche le proprie condizioni, poiché spesso la cura della pelle deve essere accompagnata da una cura detossinante

 

Argilla per prevenire la follicolite

Le pelli miste, con impurità possono trarre un gran giovamento con l’applicazione di una maschera a base di argilla bianca per le pelli più delicate, o verde per le pelli meno reattive. 

 

L’argilla possiede la proprietà di assorbire gli eccessi di sebo e di purificare in profondità i pori della pelle.

 

Attenzione però: la maschera di argilla non deve essere applicata con troppa frequenza. In casi di pelle molto grassa è sufficiente una volta alla settimana, questo perché altrimenti potrebbe manifestarsi una reazione inversa. 

 

La pelle, se eccessivamente privata di sebo, potrebbe attivare un processo di produzione lipidica compensativa. Una volta rimossa la maschera di argilla con acqua tiepida, si deve applicare una crema idratante dalla texture leggere facilmente assorbibile

 

Questo trattamento effettuato qualche ora prima della ceretta al viso aiuta a prevenire eventuali fenomeni di follicolite da presenza batterica.

 

Follicolite: olio di iperico per disinfiammare

Dopo la ceretta, se si manifestano puntini arrossati o una vera e propria follicolite è consigliabile applicare un rimedio molto efficace, come l’olio di iperico

 

L’iperico possiede virtù idratanti, lenitive, antibatteriche, ricostitutive, grazie alla presenza di flavonoidi, carotene e tannini.

 

La pelle deve essere trattata con molta delicatezza: l’iperico tamponato su viso e corpo, laddove si verificasse la presenza di follicolite, aiuta a decongestionare la pelle, a pulire il follicolo dalla presenza di pus e ad accelerare i processi di disinfiammazione.

 

Follicolite: pomata alla propoli per disinfettare

In caso di follicolite particolarmente virulenta, con papule infette, la pomata alla propoli è il rimedio più indicato. Agisce da antibiotico locale, disinfetta la parte, idrata in profondità, asciuga il follicolo, previene la formazione di crosticine.

 

La pomata di propoli può essere utilizzata in sinergia all’olio di iperico, creando un vero e proprio unguento da applicare alla sera, come trattamento intensivo notturno, dal’effetto antisettico e cicatrizzante. 

 

Olio di tea tree per la follicolite

L’olio essenziale di tea tree è un antibatterico, un antimicotico, e un antivirale naturale. Alcune pustole particolarmente infette possono essere trattate con questo rimedio, oppure alcune gocce di tea tree oil in un preparato per la detersione della parte assicura una copertura antisettica ottimale. 

 

Poiché tende a seccare la parte trattata prestiamo attenzione, soprattutto se dobbiamo curare la follicolite sul viso. E’ meglio veicolare il tea tree in un unguento o in un olio lenitivo da utilizzare quindi in sinergia.

 

Burro di cocco per la follicolite

Il burro di cocco è un toccasana per la pelle di tutto il corpo, viso incluso. Le proprietà di questo burro vegetale sono davvero incredibili e la sua versatilità rende questo rimedio una panacea per molti disturbi della pelle. 

Il burro di cocco è ricco di antiossidanti e contiene acido ialuronico, essenziale per l’idratazione profonda della pelle e la stimolazione del collagene.  

 

In caso di follicolite fornisce alla pelle idratazione, lenisce dall’infiammazione. E’ ricco di vitamina E e, come sappiamo, il tocoferolo nutre la pelle, la rigenera e la ripara dagli stress ossidativi, favorendo la rigenerazione cellulare, utile in caso di eczemi, dermatite.  

 

Il burro di cocco possiede anche proprietà antisettiche, quindi in caso di follicolite da infezione, rappresenta un rimedio completo.