News

Animali domestici sepolti con il padrone

Milano verso una modifica del regolamento dei servizi funebri e cimiteriali del Comune, che prevede la possibilità- per chi lo desidera- di accogliere le ceneri del proprio animale domestico nel loculo privato o nella tomba di famiglia. Per condividere l'eternità con il proprio fedele, quadrupede compagno di vita.

Sepoltura animali domestici con il padrone

Credit foto
©miss_j / 123rf.com

Per sempre insieme. E' vicina la decisione per la quale a Milano, d'ora in poi, gli animali domestici potranno essere sepolti insieme al proprio compagno umano. La modifica al regolamento dei servizi funebri e cimiteriali del Comune attende il recepimento di una legge regionale del 2019, ritardata dalle contingenze.
 

Insieme per l'eternità

Le numerose riforme al regolamento dei servizi funebri e cimiteriali del Comune erano attese da molti, non ultime tutte quelle persone che nutrono il desiderio di essere sepolte insieme alle ceneri del proprio cane o del proprio gatto. 

A questo proposito la legge prevede, sull'esempio della Liguria dove è già in vigore, che per volontà del defunto o su richiesta degli eredi, si possano tumulare, previa cremazione, gli animali da affezione nello stesso loculo del padrone o nella tomba di famiglia
 

I ritardi

La decisione aveva subìto un ritardo a causa dell'opposizione del precedente governo, il quale - di pari passo con l'emergenza Covid, che ha stravolto sul campo tutte le priorità- ha rallentato la procedura di stesura delle linee attuative da parte della Regione, necessarie a rendere possibile l'operazione. 

La legge regionale è stata impugnata dal governo per cavilli burocratici e dopo c’è stata l’emergenza Covid che ha bloccato tutto per un anno ha riferito alla stampa il presidente della commissione Sanità della Regione Lombardia, Emanuele Monti. “Adesso abbiamo completato la redazione della prima parte del regolamento che verrà presentato al comitato tecnico legislativo nella prima seduta utile. Nonostante gli stop and go siamo andati avanti e siamo vicini al traguardo”.

Promotore della legge assieme al collega Gianluca Comazzi, Monti ha inoltre dichiarato: “Un gesto di attenzione verso chi condivide una vita con i propri animali. Abbiamo incontrato associazioni di disabili e malati, la pet therapy è uno strumento socio sanitario acclarato e crea un forte legame tra gli animali e la popolazione più fragile”.

Una proposta, dunque, accolta dalle sensibilità animaliste come un passo avanti verso la civiltà. Per farsi trovare pronta al momento dell'approvazione della proposta di legge regionale - attesa per la fine dell'anno - Milano ha già inserito il provvedimento nelle disposizioni ministeriali del Comune.
 

Le altre modifiche al regolamento

La possibilità di tumulare nella stessa tomba le ceneri di cani e gatti insieme al proprio padrone è solo una delle modifiche che hanno ricevuto il via libera del consiglio comunale milanese.

Ulteriori revisioni - secondo il Comune necessarie “per attualizzare un regolamento in vigore dal 2015 in seguito alle modifiche di alcune normative nazionali e regionali” - riguardano in prima battuta i requisiti di ammissione nei camposanti. 

I cimiteri di Milano potranno, ad esempio, accogliere le sepolture di cittadini non residenti, come detenuti con ultima residenza a Milano e gli iscritti all’Aire, i residenti all’estero da più di dodici mesi. 

Le modifiche riguardano anche la revisione della disciplina sulle tombe di famiglia, che consente l’accesso alla sepoltura ai defunti non legati da vincoli di parentela con il concessionario. Si è parlato, inoltre, di concedere tariffe agevolate a persone indigenti che non possono permettersi la sepoltura.
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio