Articolo

Tutti i benefici della quinoa

La quinoa ha l'aspetto di un piccolo cereale, simile al miglio, e viene utilizzato come tale, una volta cotto, o macinato per ricavarne della farina. Eppure di cereale non si tratta: non appartiene alla famiglia delle graminacee, ed è il seme di una pianta più simile agli spinaci. Per questo la quinoa è definita uno pseudo cereale.

Tutti i benefici della quinoa

Quinoa: cos'è?

Le varietà di questo pseudo cereale dai molti benefici sono numerose, ma la più diffusa ed utilizzata è la quinoa Real: essa contiene una bassa percentuale di saponine ed è di colore chiaro. Le saponine sono una sostanza che ricopre i chicchi per evitare l'aggressione da parte di parassiti, nel corpo umano esse inibiscono l'assorbimento del calcio, oltre a dare un sapore amaro all'alimento. Ma è facile eliminarle: basta infatti sciacquare bene i chicchi prima di consumarli.

La quinoa cresce bene ad altitudini sopra i 1800 metri s.l.m.: i paesi andini utilizzano la quinoa da moltissimo tempo, e ne sono i principali produttori.

 

Leggi anche Come cucinare la quinoa >>

 

Tutti i benefici della quinoa

A differenza dei cereali la quinoa non contiene glutine, e ha proprietà nutrizionali molto particolari. L'alto valore biologico dei suoi nutrienti rende la quinoa un alimento molto prezioso. I benefici della quinoa sono molti:

> è gluten free: questo rende la quinoa adatta a chi soffre di celiachia, o a chi è intollerante al glutine;

> a parità di peso la quinoa è tra i chicchi (cereali o pseudo cereali) con il più alto contenuto di proteine vegetali: le proteine della quinoa sono biodisponibili grazie anche alla presenza dei maggiori aminoacidi essenziali, quelli necessari al corpo umano ma reperibili solo tramite l'alimentazione.

Soprattutto lisina, metionina e triptofano, spesso carenti, se non del tutto assenti, negli altri alimenti di origine vegetale: ciò rende la quinoa un alimento molto prezioso per i vegani e vegetariani;

> il contenuto di fibre della quinoa ha risvolti benefici per la salute sotto molti aspetti: da una parte aumenta il senso di sazietà, mentre dall'altra aiuta la regolare peristalsi e salute intestinale.

È utile in caso di disordini quali dissenteria o stipsi. Bisogna ricordandosi di assumere molta acqua quando si introducono alimenti ricchi di fibre, poiché l'acqua permette alle fibre di gonfiarsi e di fare da spazzino dell'intestino, senza irritarne le pareti ed evitando che peggiori situazioni di stitichezza;

> il basso indice glicemico aiuta a diminuire il livello di glucosio nel sangue, e quindi previene e protegge dall'insorgenza del diabete. Altro risvolto positivo di un IG basso, associato al numero elevato di fibre, è quello di contenere gli attacchi di fame e di aumentare il potere saziante delle ricette e dei pasti in cui è presente la quinoa;

> i minerali sono in discrete quantità: il magnesio, utile per la produzione di energia, per la salute del sistema nervoso e particolarmente carente in stati di stress, il potassio, il ferro e lo zinco fanno della quinoa un alimento utile anche per gli sportivi e, in particolare, per le donne;

> aumenta il buonumore: magnesio e lisina permettono di modulare la produzione di serotonina, ormone responsabile del buon umore;

> contiene buone quantità di acido linoleico, in grado di contrastare e prevenire i danni dovuti ad una alimentazione particolarmente ricca di grassi che danneggiano le pareti dei vasi sanguigni, quindi utile contro malattie cardiovascolari, sovrappeso, diabete;

> contiene infine Vitamina C, Vitamina E, e folati, necessari quest'ultimi per il benessere cellulare.

 

Leggi anche tutto su

Farina di quinoa
> Quinoa e sostenibilità

> Quinoa, perché mangiarla

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio