Articolo

Sorbetto al mandarino, una golosa ricetta invernale

Pensi che il sorbetto sia un goloso intermezzo da concedersi solo d’estate? Allora forse non hai mai provato il sorbetto al mandarino, una delizia per i mesi più freddi.

Sorbetto al mandarino, una golosa ricetta invernale

Il sorbetto è un dessert che consumiamo soprattutto nei mesi caldi.

Quello al mandarino, però, va gustato quando questo frutto è di stagione, cioè in autunno inoltrato e per tutto l’inverno.

Un sorbetto può essere piacevole anche nei mesi freddi e molte delle nostre nonne, infatti, lo facevano con la neve; quella candida e soffice, appena venuta giù dal cielo.

Il sorbetto al mandarino è rinfrescante e goloso e, se consumato un po' più sciolto, in modo che non sia freddissimo, può essere un'alternativa al sorbetto al limone, come fine pasto.

Le ricette per preparalo sono tantissime, dopo aver fatto vari tentativi ho scelto quella che segue perché è velocissima e non prevede l'uso dell'albume.

Leggi anche Mandarini, come mangiarli >>

 

Ricetta del sorbetto al mandarino

 

Ingredienti per 4 persone

> 300 g di mandarini (peso del frutto già sbucciato);
> 200 ml di acqua minerale naturale;
> 100 g di zucchero semolato;
> 1 cucchiaio di latte condensato (facoltativo).

 

Preparazione

Sbucciare i mandarini e separare gli spicchi. Privare ogni spicchio della pellicina esterna; questo passaggio potrebbe risultare un po’ fastidioso ma è importante per ottenere un composto omogeneo; tuttavia, non è necessario essere troppo meticolosi e, soprattutto se la pellicina è molto sottile, qualche residuo non è un problema.

Naturalmente, se si usano i mandarini veri, che hanno i semi, occorre fare attenzione a toglierli tutti; la ricetta comunque è ottima anche con le clementine, che hanno il vantaggio di non avere semi.

Dopo aver pulito la frutta, aggiungere lo zucchero e frullare molto bene. Conservare la preparazione nel freezer per cinque minuti. Prima di versare il composto nella sorbettiera, aggiungere un cucchiaio di latte condensato e mescolare accuratamente.

Questo passaggio è facoltativo; se non si vogliono aggiungere ingredienti di derivazione animale si può tranquillamente omettere, ma aiuta a rendere il composto più cremoso e corposo; ne basta veramente un cucchiaio.

Azionare la sorbettiera e far andare per circa una ventina di minuti prima di dividere il contenuto in quattro coppette e servire.

Questa ricetta non prevede l’uso della scorza di mandarino ma chi ha la fortuna di trovare frutti bio può sicuramente aggiungere la scorza grattugiata di tre o quatto mandarini, per rendere ancora più profumato il sorbetto.

Un altro ingrediente che si può aggiungere alla ricetta di questo sorbetto è la scorza grattugiata di un limone, sempre a patto che il frutto provenga da alimentazione biologica.

Non è infatti consigliabile utilizzare la scorza di frutti non bio perché i pesticidi non sono mai un buon ingrediente per le nostre ricette.

 

Leggi anche

La ricetta della tarta mandarina

Sorbetto di pera, la ricetta

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio