Articolo

Gomasio, quale scegliere

Gomasio, ovvero sesamo e sale. Sembra una ricetta semplice, ma dietro questa breve lista di ingredienti ci sono alcuni segreti che fanno la differenza tra un tipo di gomasio e un altro. Ecco allora un piccolo vade mecum per orientarsi nell'acquisto del gomasio.

Gomasio, quale scegliere

È in Giappone che ebbe origine il gomasio, un condimento in polvere a base di una mistura di sale marino e semi di sesamo tritati.

In realtà ne esistono molte varianti che è bene conoscere per avventurarci nell’acquisto del gomasio giusto per noi o, perchè no, se vogliamo provare a prepararcelo da soli.

Le maggiori differenze riguardano 3 punti:

1. la qualità dei semi di sesamo;
2. la tostatura;
3. la presenza di altri ingredienti o elementi aggiunti a guisa di esaltatori di gusto
.

Ad ogni modo, prima di approfondire questi temi, vale la pena ricordare che il gomasio (in giapponese goma, significa sesamo, e sio, sale) è ottimo per rafforzare i nervi e rendere resistente il sistema nervoso, e per mantenere la salute delle ossa, grazie al suo apporto di calcio e magnesio.

 

Il sesamo nel gomasio

Cominciamo dai semi di sesamo. Esiste sia gomasio preparato con semi di sesamo bianco che nero. Il sapore è ovviamente differente.

In ogni caso i semi vengono tostati ed è anche il tipo di tostatura a fare la differenza tra un gomasio e l’altro, dando un sapore più intenso, simile a quello derivato dalla torrefazione, o semplicemente rendendo più sapido e rotondo il naturale gusto del sesamo.

La tostatura fa si che i semi, rigorosamente integrali e quindi non sbucciati, espellano l’olio in essi contenuto, che in breve si asciuga sulla loro superficie, rendendo il gusto più forte anche senza bisogno di ricorrere alla masticazione.

 

Leggi anche Gomasio, come farlo e come usarlo >>

 

Il sale nel gomasio

Il sale da utilizzare per la produzione del gomasio deve essere sale naturale: grosso ed integrale, non raffinato, così come abbiamo detto per i semi di sesamo.

Il sale marino non raffinato è una fonte di molti oligoelementi, e non del semplice cloruro di sodio: vi troviamo il succitato magnesio, lo iodio, ed altri sali minerali.

Generalmente le versioni commerciali di gomasio più consumate hanno una percentuale di sale che si aggira tra il 4% e il 5%, ma in commercio ne troviamo alcune più forti e meno delicate nelle quali la percentuale di sale raggiugne anche il 10%.

Normalmente il sale viene aggiunto ai semi di sesamo dopo la loro tostatura, ma conosciamo alcune versioni di gomasio nel quale la tostatura prevede la presenza sia del sale che dei semi di sesamo.

In questo caso alcuni elementi del sale si mischiano con l’olio fuoriuscito dai semi, creando una mistura omogenea sulla loro superficie. Per contro, questa varieta’ di gomasio, perde un po’ in croccantezza.

 

Presenza di altri ingredienti nel gomasio

Raramente troviamo altri ingredienti all’interno del gomasio. In alcune varietà classiche possiamo trovarvi alghe marine essiccate e tritate, mentre in alcune versioni moderne vi si può rinvenire anche la buccia essiccata e polverizzata di alcuni agrumi.

Ovviamente il sapore varia sensibilmente in questi casi. Ma quello a cui dovremmo fare veramente attenzione quando andiamo a leggere l’etichetta del gomasio che ci interessa è la presenza o meno dello zucchero.

Nel gomasio commerciale non di rado viene aggiunto dello zucchero che, caramellando ha la doppia funzione di esaltare il sapore del sale e del sesamo, e al contempo quella di creare una sorta di dipendenza, quella tipica dei dolciumi, che ne aumenta l’impiego, il consumo, e infine l’acquisto.

Al di là dei giudizi in merito a questa tecnica commerciale, è importante sapere che la presenza di zuccheri nel gomasio, rende il sapore della ricetta differente da quello originale.

In realtà stiamo mangiando qualcosa di studiato a tavolino per il consumo del prodotto.

 

Leggi anche Come si condisce nel mondo >>

 

Foto: Andrea Migliarini / 123rf.com

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio