Articolo

Gelato vegan fatto in casa: la ricetta

Ecco i punti fondamentali per un gelato vegan fatto in casa a regola d'arte, con una ricetta di base: fior di cocco alla vaniglia!

Gelato vegan fatto in casa: la ricetta

Il gelato è un alimento immancabile in ogni estate che si rispetti. Chi è vegano non deve rinunciare a mangiare del buon gelato o limitare la propria scelta ai soli sorbetti di frutta o ghiaccioli.

A seguire infatti è indicata la ricetta base del gelato vegano, senza e con gelatiera, con consigli importanti per sperimentare e divertirvi a creare il vostro gusto preferito.

 

Regole base per un buon gelato veg

Ecco anzitutto i punti base da tenere ben in considerazione per realizzare un ottimo gelato vegano; chiaramente ognuno poi adatterà dosi e migliorerà i sapori a seconda dei propri gusti personali.

  • Parte proteica. Rispetto ai sorbetti o gelati alla frutta, la tecnica base per preparare gelati vegan introduce anche una considerevole quantità di proteine, sotto forma di latte vegetale, che sia di soia, mandorla, cocco, nocciola, semi di canapa, semi di sesamo o altro ancora, da scegliere a seconda degli abbinamenti con il sapore di base. Assolutamente no all'uso di panne vegetali pre-confezionate che, se da un lato conferiscono una certa sofficità e corposità al gelato, ne precludono la purezza, essendo spesso prodotti raffinati. Molto meglio addensare utilizzando amido di mais, se necessario. La parte proteica rappresenta in genere il 40%, 50% del contenuto, per i gelati alla crema. Esiste poi la parte acquosa che la può sostituire totalmente o in parte nel caso di gelato non cremoso oppure sorbetto alla frutta.
  • Parte grassa. Oltre alla parte proteica, va aggiunta al gelato vegano anche una parte grassa, e qui ci si può sbizzarrire: avocado maturo, burro di cacao, pistacchi, mandorle, noci o nocciole, crema di cocco (molto utilizzata, si trova in negozietti etnici e bio, è diversa dal latte), olio extravergine d'oliva e altro ancora. La parte grassa è un altro 30%-40% della ricetta, dipende poi da quale soluzione si desidera seguire.
  • La parte dolce del gelato può essere rappresentata da zucchero, in tal caso meglio se di canna e integrale, stevia, fruttosio o altri dolcificanti naturali, come concentrato di succo di mela o d'uva, miele, malto d'orzo o di riso, sciroppo d'agave o sciroppo d'acero. Va considerato che il dolcificante liquido si può mettere a freddo, mentre è meglio sciogliere nel latte vegetale tiepido o caldo lo zucchero in cristalli, prima di aggiungerlo a freddo insieme agli altri ingredienti. Consideratelo come circa il 10-15% della ricetta.
  • Infine la nota di gusto, l'ingrediente "x" che sceglierete per dare sapore e profumo al vostro gelato. Il restante 10-15% che può essere: frutta fresca, noci o nocciole o frutta secca, aromi e spezie, biscotti vegan a pezzetti, cioccolato o liquori e tanto altro ancora.

 

3 ricette di biscotti vegani con la cannella

 

Ricetta senza gelatiera: fior di cocco alla vaniglia

Ingredienti per 4 persone:
> 200 grammi di latte vegetale a piacere (per esempio latte di mandorla),
> 200 grammi di crema di cocco (oppure di materia grassa a piacere),
> 100 grammi di sciroppo d'agave (zucchero o altro dolcificante a scelta),
> qualche goccia di estratto di vaniglia (o 100 grammi del "gusto base" preferito) o qualche semino di vaniglia fatto bollire precedentemente nel latte per profumare,
> un pizzico di sale marino integrale o sale rosa.

 

Procedimento: versare gli ingredienti freddissimi nel frullatore e azionare il tutto. Riporre la crema fluida così ottenuta in un contenitore, l'ideale sarebbe una bacinella lunga e stretta in acciaio, rivestita di carta da forno, e mettere nel congelatore; dopo mezz'ora frullare nuovamente e riporre per un’altra mezz’ora in freezer.

l procedimento dovrà essere ripetuto almeno quattro volte, in modo da rompere i cristalli di ghiaccio, garantendo un prodotto finale cremoso e dalla consistenza soffice. Tenete conto che se iniziate a preparare il vostro gelato alle 6 del pomeriggio, lo potrete gustare come dessert del dopo cena!

Nb: cercate di usare gli ingredienti più freddi possibili, passandoli per qualche minuto dal frigo al congelatore. Utilizzare vaschette e palette in acciaio, per una migliore distribuzione del freddo. Se avete la gelatiera i tempi sono diversi, seguite le regole indicate nella stessa.

 

Prova anche la ricetta crudista del gelato alla banana

Come fare il gelato al caramello

 

Per approfondire:

> Tutto sulla dieta vegana