Articolo

Massaggio olistico, caratteristiche e applicazioni

Massaggio olistico: toccare il corpo, stimolare la mente. Cosa si intende per massaggio olistico e quali sono i benefici

massaggio-olistico

Credit foto
©pitinan -123rf

Qualità del contatto, scambio energetico, potere della comunicazione: nel massaggio si fondono tutti questi fattori.

A ogni seduta si rende sacra e si onora la corrispondenza tra epidermide e sistema nervoso: toccando una persona è possibile stabilire un contatto con la sua mente e comunicare per intero con il corpo.


Cosa si intende invece per olismo? Il termine olismo proviene dal greco όλος, olos, che sta per “totalità”. L'olismo in medicina rappresenta uno stato di salute “globale”, l'unione di mente, corpo, ambiente e società.

La ricerca della salute è orientata alla persona e non alla malattia, alla causa e non al sintomo, al sistema e non all'organo, al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di autoguarigione del corpo.
Quando uniamo i due termini abbiamo dunque il massaggio olistico. 

 

Premesse del massaggio olistico

Il massaggio olistico è un tipo di trattamento creato ad hoc sulla persona che lo riceve in quel dato momento. Questo non significa che sia improvvisato, anzi è il frutto di una grande preparazione che contempla più tecniche e che si avvale di una sensibilità di ascolto del corpo e delle sue rigidità, della respirazione e della sua fluidità, del calore e degli eventuali blocchi energetici.


E’ un trattamento che contempla una grande capacità di osservazione da parte dell’operatore, una duttilità nella manualità e la competenza necessaria ad effettuare un massaggio che sia olistico perché integrato: drenante, decontratturante, bioenergetico, riflessologico...

 

Caratteristiche del massaggio olistico

Il massaggio olistico lavora su tre piani, tre livelli interconnessi tra loro:

  1. Fisico;
  2. emotivo;
  3. razionale.
     

Stress emotivo, tensione muscolare, eccesso o difetto di razionalità possono creare una catena turbativa dell’equilibrio umano, andando a ledere la naturale omeostasi che ognuno di noi mette in atto per sopravvivere alle difficoltà che la vita ci presenta.

Tecnicamente il massaggio olistico alterna una manualità dolce e accogliente ad una più sostenuta e profonda, per innescare un processo di rilassamento sempre più profondo.

Ci possono essere vari tipi di massaggio olistico perché non c’è un vero protocollo, dipende dal ricevente e da cosa è più opportuno attivare in quel momento.

A volte si parte dai piedi, soprattutto se l’operatore rileva una certa rigidità a lasciarsi andare, oppure dalla testa, se la parte razionale è molto vigile.

Quando si entra in uno scambio più intimo si può procedere a trattare lo hara, l’addome, sede profonda dell’emotività, ma anche della forza. Esistono anche forme di massaggio olistico corpo a corpo, ma sono tecniche molto specifiche e particolari, di origine orientale, difficilmente applicabili in contesti come i nostri.


Il massaggio olistico solitamente utilizza movimenti circolari, che vanno a stimolare o sedare i meridiani energetici e gli apparati loro connessi.

Come si pratica un massaggio olistico? Su un lettino, direttamente sulla pelle, utilizzando le mani, lo strumento più semplice e più recettivo.

Un olio caldo da massaggio è il vettore della manualità, per agevolare il trattamento, a cui è possibile associare anche selezionati oli essenziali, per “parlare” alla sfera karmica, alla memoria atavica dell’ippocampo.

Un massaggio olistico è un trattamento lento, che può richiedere dai 40 ai 60 minuti e viene effettuato su tutto il corpo, sulla parte frontale e sulla schiena, dalla testa ai piedi.

I benefici sono molteplici: l’effetto rilassante è assicurato, rigenera i tessuti, equilibra le energie, scioglie le tensioni. Può smuovere certi blocchi emotivi, quindi reazioni di pianto o di risata immotivata non dovranno spaventare, si tratta di energie che devono scorrere, la cui manifestazione è un segnale di fiducia nei confronti dell’operatore e di abbassamento del controllo razionale, il sistema parasimpatico che viene così stimolato e compartecipa ad attivare il riequilibrio dei 3 livelli citati.

 

A chi è in dicato il massaggio Olistico

Il massaggio olistico è utile per chi vive sotto stress e necessita di un’ora di evasione, di stacco totale dai ritmi e dagli impegni che incalzano.
E’ utile per i soggetti ansiosi, con difficoltà respiratorie da blocco del diaframma.

E’ consigliabile a chi soffre di insonnia, difficoltà digestive, contratture muscolari, disturbi infiammatori di natura psicosomatica come colite, reflusso, cervicalgie, mal di testa.


E’ sconsigliato a chi soffre di depressione, a soggetti molto nervosi, con un sistema ortosimpatico particolarmente alterato: questi casi necessitano generalmente di trattamenti più tonificanti o di manipolazioni meno sottili e dirette.

Un centro massaggio olistico di buon livello deve offrire la consulenza iniziale per spiegare al cliente benefici e controindicazioni e consigliare il trattamento più indicato.

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio