Soffro di vertigini accompagnate ad altri sintomi. Cosa posso fare?

Buonasera, spero sia il luogo giusto dove porre la domanda. Dopo anni di stress, da circa due mesi ho avuto prima febbre, poi paresi di Bell, successivamente sbalzo glicemia e pressione dovuto a sovradosaggio cortisone ed infine forti vertigini (disequilibrio correttamente, la sensazione di essere in barca). Sono stato ricoverato all'ospedale ed ho effettuato ogni sorta di analisi (Rm, ECG, Ecodoppler, Tac, Etc) con esiti negativi. Sono iperteso lieve. Attualmente ho queste vertigini che mi proibiscono di lavorare, ma nessuno sa dirmi cosa ho. Sento una perenne leggera vibrazione che parte dai piedi ed arriva alla testa, vertigini e nausea. Ho degli sbalzi pressori forse dovuti al fatto che sono spaventato dalla sintomatologia e dal fatto che alcun medico (4 neurologi, otorino, cardiologo, etc), mi abbiano detto alcunchè. Ho iniziato ad andare da psicologo effettuando però una sola seduta fino ad oggi. Potete aiutarmi? Grazie

Risposte di salute

Cinzia zedda - equilibra studio
Buonasera, lo stress diventa cronico è indice di un adattamento forzato dell'organismo a una situazione non voluta di disagio. Dalla sintomatologia da lei riportata, secondo l'energetica cinese si evince che il suo organismo è ormai in fase di esaurimento in seguito a una sollecitazione stressogena continua e prolungata nel tempo . Per questo motivo gli specialisti da lei consultati non hanno saputo darle una risposta esaudiente: l'origine non è infatti organica ma piuttosto emotiva. I sintomi fisici da lei riportati potrebbero essere infatti la risposta allo stimolo dello stress. Può aiutarsi con l'aiuto di tecniche riflessologiche ma che lavorino non sull'organico ma ben sì sul riequilibrio energetico dell'organismo e poi di riflesso sul piano fisico. Intanto è già un buon punto di partenza che lei abbia valutato l'intervento di un terapeuta ma aggiunga anche l'ipotesi di un percorso olistico (yoga/meditazione o altre tecniche psico corporee, REI), che la possano aiutare a comprendere la causa del suo stress e a trovare un compromesso che le permetta di ritornare a vedere un po' di luce nella sua vita. Le auguro di risolvere il suo problema, cordiali saluti Cinzia Zedda naturopata-master in riflessologia energetica e istruttrice di tecniche yogiche e meditative

di Cinzia zedda - equilibra studio

Giulio Murero
Buonasera Anonimo con vertigini. Concordo pienamente con la risposta della collega Cinzia Zedda. Aggiungerei che, visto che gli specialisti consultati hanno escluso patologie note, i suo disturbi sono su base funzionale, quindi ampiamente reversibili. Da una parte, come sta facendo, curare l'aspetto psicologico. D'altro lato una terapia personalizzata che, in quanto tale non può essere di competenza specialistica, ma di un medico che sappia vedere e capire l'insieme die suoi sintomi: le consiglierei quindi di trovare vicino a dove abita un bravo Omeopata. Coraggio quindi e fiducia nella guarigione.

di Giulio Murero

Rosa flocco
buongiorno, ha altri disturbi: difficoltà digestive, problemi di sonno intolleranza alla luce forte, disturbi bronchiali e/o cutanei, di peso? In questo modo potrei essere più precisa nell'aiutarla. Con cordialità

di Rosa flocco