Articolo

I benefici della ginnastica dolce

Dolce ma efficace: vediamo per quale ragione la ginnastica dolce è ideale per la salute, anche in terza età

I benefici della ginnastica dolce

La ginnastica dolce aiuta a mantenere un corpo sano e funzionale, andando a distribuire ossigeno attraverso tutto il corpo, incluso il cervello.

Vediamo le caratteristiche e i benefici per il corpo.


Le caratteristiche della ginnastica dolce 

In molti casi la ginnastica dolce viene compiuta sia a corpo libero sia attraverso l’utilizzo di pesi e manubri, bastoni e palle specifiche.

Scegliere un buon insegnante è un fattore essenziale; lo riconoscerete subito: cercate di osservare quanto spesso vengono fatti riferimenti alla respirazione, con quanta cautela si prende cura delle transizioni tra esercizio ed esercizio e in che modo modula la lezione, se segue un’evoluzione mirata o combina gli esercizi in modo caotico.

Le classi poi per definizione sono sempre miste, quindi occorre saperle condurre mantenendo un occhio vigile su tutti i partecipanti. Alcuni insegnanti usano la musica e questo può aiutare a mantenere un approccio rilassato ma in altri casi purtroppo distrae, con il rischio di farsi male, per quanto con la ginnastica dolce questa ipotesi è più remota che in altri casi.

Se svolta a inizio giorno, la ginnastica dolce consente di mantenere una buona attitudine e un buon contatto con il corpo fino a sera grazie al lavoro di stretching.

Vedrete che anche l’appetito a pranzo varierà e il senso di sazietà si normalizzerà. Se compiuta in serata, la ginnastica dolce vi garantisce un giusto sonno e riposo, con annesso risveglio armonioso.

Cercate corsi di ginnastica dolce all'aria aperta, sono perfetti per ossigenare ancora meglio tutto il corpo ed essere completamente circondati dal verde.

 

Primavera: gli sport all'aria aperta

 

Benefici della ginnastica dolce 

La ginnastica dolce consente di muovere tutto il corpo con delicatezza e apprendere direttamente un esercizio della forza giusto da applicare poi nella vita quotidiana.

Permette di tenere i muscoli in uno stato di tonicità essenziale per proteggere le articolazioni e fornire un buon supporto. Specie per chi ha legamenti lassi, mantenere un buon tono muscolare è essenziale.

Si fortificano gambe e glutei, centro addominale e spalle, oltre agli arti superiori. Si vanno anche ad allentare le tensioni che si accumulano durante la giornata, specie a livello del tratto cervicale.

I movimenti sono lenti e graduali, progressivi, proprio per non pesare sulle articolazioni. Non si sforza troppo la muscolatura ma si costruisce forza interna.

Aumenta la resistenza fisica e migliora lo stato generale della postura; i muscoli del corpo si distendono segmento per segmento, in modo lento e preciso in quanto i gesti si eseguono con grande concentrazione e rigore. Si riducono le tensioni e la respirazione guida tutti i gesti. 

Per i più anziani la lezione diventa una vera e propria occasione di socializzazione: si creano legami, connessioni attraverso le più svariate forme di dialogo.

Anche i più giovani però possono avvicinarsi alla ginnastica dolce, anzi, sarebbe raccomandato; molto spesso infatti si trascura lo stretching, le forme di movimento coadiuvate da calma e consapevole respirazione. Tutte qualità che la ginnastica dolce porta con sé. 

 

La ginnastica dolce è uno sport che si può praticare anche in gravidanza

 

Per approfondire:

> Stretching olistico, descrizione e utilizzo

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio