Articolo

I benefici della tecarterapia per la cellulite

La tecarterapia è un metodo terapeutico usato in medicina e riabilitazione, ma negli ultimi anni il suo utilizzo si è esteso anche in ambito medico estetico. In particolare la tecarterapia ottiene ottimi risultati nella cura della cellulite.

I benefici della tecarterapia per la cellulite

Tecarterapia: cos'è

La tecarterapia è un metodo usato sia in ambito medico che in ambito estetico. Consiste nello stimolare, tramite appositi macchinari e durante sedute eseguite da operatori o medici qualificati, la produzione interna di calore sulle zone trattate.

Il calore non viene applicato dall'esterno, ma si propaga da dentro i tessuti. In questo modo si accelerano i processi di lipolisi e di rigenerazione cellulare. Il calore si propaga gradualmente e si mantiene per del tempo, agisce sia in profondità che in superficie.

 

Benefici della tecarterapia contro la cellulite

La cellulite è molto di più di un inestetismo: è il segnale di una circolazione periferica in difficoltà, di uno stile di vita non equilibrato protratto nel tempo, e di una scarsa capacità da parte del corpo di metabolizzare il grasso e smaltirlo.

Le cause della cellulite possono essere genetiche, ormonali, o conseguenza di abitudini di vita poco salutari. Per qualcuno la cellulite è solo un velo che sporca l'immagine che si ha di se stesse, mentre per altre è una vera e propria malattia, spesso accompagnata da dolore e altri sintomi, nonché da difficoltà circolatoria generale. Proprio per la sua applicazione sia medica che estetica, la tecarterapia può apportare numerosi benefici in entrambe i tipi di cellulite.

 

Sfoglia anche il nostro Speciale su Come eliminare la cellulite naturalmente >>

 

La tecarterapia agisce sui cuscinetti e sui ristagni tipici della cellulite apportando i seguenti benefici:

> migliora la circolazione periferica di sangue e linfa, permettendo un ottimale scambio di ossigeno e nutrienti alle cellule che, adeguatamente stimolate, espletano al meglio le proprie funzioni;

> permette di eliminare gli edemi e i gonfiori, dovuti al ristagno di liquidi, e principale manifestazione e conseguenza della cellulite, movimentando i liquidi stessi e agevolandone lo smaltimento;

> distrugge gli accumuli di adipe sottocutaneo, tramite una più efficace circolazione e grazie all'aumento della temperatura interna;

> permette di smaltire adeguatamente il grasso smosso dal calore e attivato dalla lipolisi, e di eliminarlo;

> migliora l'aspetto di pelle e tessuti, poiché migliora l'elasticità delle cellule che li compongono, incrementando la produzione di collagene;

> in caso di cellulite dura e dolorosa, allevia il dolore;

> agisce anche sull'affaticamento articolare e sulla formazione di cristalli di sali nelle articolazioni stesse, sintomo che si accompagna spesso ad una circolazione linfatica rallentata;

> diminuisce l'infiammazione delle cellule adipose, causa e conseguenza della cellulite;

> velocizza i processi di autoguarigione del corpo;

> accelera i processi metabolici interni delle cellule;

> attenua ed elimina l'effetto a buccia d'arancia.

 

Leggi anche Tecarterterapia per le ginocchia >>

 

Foto: samotrebizan / 123RF Archivio Fotografico