Articolo

Disfunzioni sessuali: i rimedi naturali per l’uomo

I rimedi naturali possono venire in aiuto anche per risolvere problematiche maschili non sempre affrontate nel modo giusto, per una visione distorta della virilità o per vergogna: le disfunzioni sessuali

Disfunzioni sessuali: i rimedi naturali per l’uomo

È sempre un argomento difficile da affrontare per mille tabù, reticenze e forme di vergogna. Siamo nella società del “superomismo” e delle “wonder-women”, e malgrado si siano fatti passi da giganti nella comunicazione, su alcuni argomenti è meglio tacere.

In realtà il tema della virilità è vecchio come il mondo, con substrati culturali sicuramente molto diversi rispetto ad oggi: era indice di grandezza, potenza, fertilità, eredità, diffusione della stirpe.

Spostandoci forse verso est, alcune culture maggiormente legate allo sviluppo del sé, come quella indiana e cinese introducono anche l’aspetto legato al piacere e all’appagamento fisico, ma sempre in una visione globale, olistica, connessa all’energia vitale, alla liberazione delle pulsioni e al raggiungimento dell’equilibrio tra corpo, mente e anima.

La premessa era quindi doverosa per introdurre un tema che non ha nulla di scabroso e non è necessariamente legato ad una visione troppo materialista della sessualità e delle sue meccaniche, semplicemente è una componente della nostra esistenza e quando ci imbattiamo in problematiche, disfunzioni o vere e proprie patologie è bene affrontarle come un qualsiasi altro disturbo, ricorrendo a specialisti e a rimedi che possono essere modulati in base alla gravità della condizione.

 

I rimedi naturali per le disfunzioni sessuali

Anche la natura ci tende una mano in questo ambito e può collaborare a controllare, a lenire e anche risolvere situazioni spiacevoli, dietro le quali ci sono magari solo infiammazioni a carico dell’apparato genito-urinario, problematiche posturali di natura lombo-sacrale, modificazioni ormonali, bassi livelli degli elettroliti.

I disturbi possono essere quindi di varia natura e manifestarsi nelle fasi del cosiddetto ciclo di risposta sessuale (Desiderio, Eccitazione, Orgasmo, Risoluzione) per cause diverse, psicologiche, sessuologiche, fisico-chimiche o fisico-meccaniche.

Le problematiche di cui si tratta maggiormente sono la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce. Le cause sono differenti e possono coinvolgere più aspetti: infiammazioni, ipertrofia prostatica benigna, bassi livelli di serotonina, depressione o stati ansiosi.

È importante rivolgersi ad uno specialista e sottoporsi ad un’indagine diagnostica al fine di individuare la corretta terapia e abbreviare i tempi di risoluzione.

La Natura in generale e la scienza erboristica in particolare possono contribuire su più livelli: vediamo alcuni rimedi naturali che possono entrare in gioco in questo difficile ambito.

 

Maca

La maca una piccola pianta con una grossa radice tuberiforme, tipica delle zone andine del Perù e della Bolivia. È detta anche “ginseng peruviano” ad azione corroborante e sollecita il desiderio sessuale.

È in grado di aumentare il volume spermatico e la motilità degli spermatozoi, grazie alla presenza di alcaloidi e fitosteroli che agiscono direttamente sui testicoli e sulla produzione dello sperma.

Modalità d’Uso

In estratto secco: dose giornaliera consigliata 1500/2000 mg da somministrare in più dosi, per un periodo non inferiore ai 2 mesi.

Controindicazioni

Non sono stati segnalati effetti collaterali, ma se ne sconsiglia l’uso in caso di sbalzi ormonali, disfunzioni tiroidee, in gravidanza o in allattamento.

 

Epidemium Sagittatum

L’epidemium sagittatum, altrimenti detto “erba secca di capra”, è un rimedio che appartiene alla medicina tradizionale cinese, dagli effetti tonificanti sia a livello strutturale, soprattutto sull’apparato scheletrico, sia come energizzante.

È un rimedio ricco di flavonoidi ad azione antiossidante e cardioprotettiva che agisce sulle prostaglandine E, di polisaccaridi come il mannosio, il glucosio e il galattosio in grado di contrastare lo stress ossidativo, e di vitamina C che combinata con i flavonoidi abbassa i livelli di colesterolo e trigliceridi, e di icariina, il principio attivo che ne caratterizza le doti rinvigorenti.

Questa componente svolge un ruolo molto importante: è un neuro protettivo, un osteoprotettivo e un cardioprotettivo. Oltre a questi importanti benefici, l’epidemium vanta proprietà afrodisiache da ricollegarsi però molto semplicemente alla sollecitazione che esercita sul flusso ematico periferico. È quindi indicato in caso di disfunzione erettile

Modalità d’uso

Esistono in commercio integratori a base di epidemium, che sono ben bilanciati e dosati. Poiché non ci sono ancora studi che indichino con precisione le titolazioni e le standardizzazioni, è meglio ricorrere a prodotti già preparati e lasciar perdere il fai da te, seguendone la posologia indicata sulle confezioni

Controindicazioni

Mancando una letteratura scientifica in merito all’epidemium, anche le controindicazioni e i sovradosaggi non trovano parametri precisi che ne determinano gli effetti collaterali se superati.

A quanto risulta dai pochi studi in materia è un rimedio sicuro e a scopo precauzionale se ne sconsiglia l’uso in gravidanza e nel periodo di allattamento, ma come per la maggior parte dei rimedi fitoterapici.

 

Astenia sessuale maschile: le cause e i rimedi

 

Damiana

La damiana è un piccolo arbusto cespuglioso che cresce in zone aride del Messico e dei Caraibi. È altresì conosciuta come Tè dei Messicani: infatti le sue foglie venivano utilizzate dalle popolazioni Maya come tonico e afrodisiaco.

I principi attivi che ne connotano l’azione non sono stati ancora individuati e per ora si considera il fitocomplesso nella sua interezza.

La Damiana è indicata in casi di astenia sessuale e disfunzione erettile di natura psicologica, legata a stati di stress, stanchezza, depressione. Agisce sui centri nervosi pelvico-sacrali dell’uomo e ne rafforza anche il sistema ormonale.

Modalità d’Uso

In estratto secco: la dose giornaliera consigliata è di 800 mg, da assumere lontano dai pasti.

Controindicazioni

Eventuali sovradosaggi potrebbero causare dolori prostatici, insonnia e mal di testa. Se ne sconsiglia l’uso a soggetti diabetici che si sottopongono a cure farmacologiche per il controllo glicemico.

 

Muira Puana

La muira puana è un pianta che cresce in Amazzonia. In lingua indios significa “albero della potenza” e il suo legno in estratto secco viene utilizzato per contrastare il calo del desiderio.

Anche per questo rimedio viene utilizzato tutto il fitocomplesso, da cui si estraggono gli acidi grassi estreri, gli steroli vegetali e la muirapuamina, un alcaloide vasodilatatore che stimola le catecolamine del sistema nervoso centrale, producendo un effetto rivitalizzante.

Viene consigliato infatti anche per contrastare l’eccessivo affaticamento fisico. Nell’ambito specifico è indicato per migliorare l’erezione maschile e stimolare il desiderio sessuale.

Modalità d’uso

In decotto di radice: 15 g di droga per 1 litro d’acqua. Se ne possono assumere da 1 a 2 tazze al giorno.

Controindicazioni

Possono manifestarsi alcuni sintomi da sovradosaggio quali mal di testa, mal di stomaco, irrequietezza.

 

Andropausa: quali sono i sintomi e i rimedi per l'uomo?

 

Per approfondire:
>  Sexuality, il composto di Fiori Australiani per la sessualità

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio