Articolo

Rimedi per affrontare la nausea gravidica

La nausea accompagna circa il 70-85% delle donne incinte. Anche se con caratteristiche e intensità diverse di solito è più forte al mattino e, nei casi peggiori, è accompagnata anche da vomito. Tende a risolversi in modo spontaneo entro il primo trimestre di gravidanza, ma a volte alcuni rimedi naturali possono essere d'aiuto

nausea-gravidica

Credit foto
©Vadim Guzhva-123rf

Anche se non esiste una vera e propria soluzione per far scomparire la nausea i rimedi che si possono adottare, oltre a qualche precauzione di tipo dietetico, sono prodotti naturali in grado di ridurre la sintomatologia.

Prima di capire come affrontare questo fastidioso problema, chiariamo che le nausee non arrecano danno al bambino e non sono indice di scorretta alimentazione o di malessere del feto, al contrario sono il segnale del cambiamento ormonale in atto nel corpo della donna.

Può invece dare qualche problema quando è talmente intensa da produrre un'eccessiva perdita di liquidi e di nutrienti con il vomito, fino a diminuire il peso della madre (che nel primo trimestre dovrebbe aumentare, anche se moderatamente).

In questi casi, specie quando compaiono le prime nausee in gravidanza accompagnate da un senso di malessere generale, è bene rivolgersi al medico, perché potrebbe trattarsi di una condizione seria, chiamata iperemesi gravidica, che necessita un trattamento specifico.
 

Perché si soffre di nausee in gravidanza

La nausea in gravidanza è considerata una manifestazione degli squilibri ormonali che interessano il corpo della donna in questo momento specifico. In particolare, tra gli ormoni tipici di questo primo trimestre, la gonadotropina corionica umana (HCG) è   spesso responsabile della comparsa della nausea.

I livelli di questa glicoproteina, secreta dalla placenta, tendono ad aumentare in modo assai consistente fino al terzo mese di gravidanza, per poi diminuire e infine stabilizzarsi (intorno alla sedicesima settimana di gestazione) al momento del parto. Di conseguenza, già intorno alla quattordicesima settimana, la nausea si attutisce fino a scomparire.

Anche il progesterone può esserne la causa: questo ormone predispone da un lato al reflusso gastroesofageo e bruciori di stomaco, mentre dall’altro, rallenta la peristalsi intestinale fino a provocare una fastidiosa stitichezza.

Nausea e conati di vomito sono particolarmente frequenti durante i primi mesi, soprattutto al risveglio o dopo la colazione del mattino. Questa fastidiosa sensazione interessa oltre il 50% delle gestanti, tende ad aumentare alla vista del cibo ed è spesso accompagnata da scialorrea (abbondante salivazione). Per questo motivo, entro certi limiti, la nausea in gravidanza non è considerata una manifestazione patologica ma parafisiologica.

 

Consigli e rimedi naturali contro la nausea

I rimedi per la nausea in gravidanza risultano essere spesso alcuni semplici accorgimenti alimentari e l’utilizzo di alcune piante ad azione antiemetica, che spesso coincidono con quelle per contrastare il mal d’auto.

Tuttavia le erbe officinali di cui possono far uso le donne in attesa si riducono a una ristretta cerchia, a tutela della salute del bambino e della donna stessa.

  • Abitudini alimentari: mangiare poco e spesso, per mantenere alto il livello di zuccheri nel sangue. Cosa mangiare quindi? Cibi asciutti e secchi, come biscotti, cracker o pane; prediligere cibi leggeri, come banane, pasta e patate. Eliminare i fritti, i cibi grassi, piccanti e speziati che acuiscono la nausea. Bere succhi di frutta e frullati, che mantengono il livello di zuccheri nel sangue, ed evitare bevande ricche di caffeina
  • Attività fisica: sono sufficienti 15 minuti di passeggiata veloce per favorire la produzione di endorfine da parte dell’organismo, per combattere le nausee
  • Lo zenzero: candito, nei biscotti, aggiunto nel tè o fresco in infuso, pare non avere effetti collaterali, mentre molti farmaci anti-chinetosi causano sonnolenza e sono tossici per il bambino. Per questo motivo lo zenzero è molto utilizzato contro la nausea causata dagli ormoni della crescita, presenti nei primi mesi di gestazione. L’olio essenziale di zenzero è impiegato in generale anche come moderatore nelle chinetosi (turbe da movimento passivo come il mal d'auto, di mare e d’aria). Ciò fa dell’olio essenziale una valida alternativa per la cura delle nausee in genere soprattutto quella mattutina della gravidanza.
  • Pastiglie di prugne Umeboshi: da sciogliere lentamente in bocca. Nella medicina tradizionale giapponese le umeboshi sono utilizzate in caso di nausee, disturbi della digestione e mal d’auto.

 

Pronto soccorso verde: rimedi casalinghi per la nausea

Mal di stomaco in gravidanza, quali rimedi?

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio