Articolo

Ragadi delle dita, rimedi naturali

Le ragadi delle dita e della mani sono fessurazioni che si formano quando la barriera cutanea delle mani viene indebolita. Rimedi naturali possono aiutare a prevenirne la comparsa e trattare il disturbo.

ragadi-mani-crema

Credit foto
© Maryna Pleshkun / 123rf.com

Ragadi delle dita, cosa sono e perché si formano

Le ragadi delle dita sono fessurazioni, cioè tagli della pelle che riguardano le dita, ma possono formarsi anche sulle mani. 

 

Le ragadi delle dita si formano infatti intorno alle unghie, lungo le dita, sulle nocche e negli spazi interdigitali, ma le fessurazioni possono interessare anche il dorso della mano. 

 

Le ragadi delle dita possono essere piccoli tagli o fessurazioni più importanti e profonde, sono fastidiose e dolorose e in alcuni casi possono infettarsi.

 

Le ragadi che compaiono sulle dita o più in generale sulle mani sono dovute a un’eccessiva secchezza cutanea. 

 

La pelle delle mani è normalmente protetta da un film idrolipidico che riveste tutta l’epidermide del nostro corpo.  n alcune condizioni questa barriera protettiva cutanea può indebolirsi o essere rimossa, esponendo maggiormente la pelle agli attacchi di agenti esterni. 

 

Le mani e le dita risultano particolarmente soggette alla formazione di ragadi poiché naturalmente più esposte ad agenti esterni, chimici e fisici, che possono indebolire il film idrolipidico cutaneo.

 

Tra i fattori che predispongono alla formazione di ragadi delle dita troviamo sicuramente l’eccessiva detersione delle mani e l’uso di saponi troppo aggressivi. 

 

I tensioattivi presenti nei saponi e nei detersivi, infatti, rimuovono lo sporco ma interferiscono anche con lo strato protettivo della pelle. Quando lo strato barriera della pelle risulta indebolito, la pelle delle mani tende a screpolarsi in modo eccessivo fino a fessurarsi. 

 

Il fenomeno viene peggiorato in condizioni di freddo e vento, che disidratano ancora di più la pelle.  

 

Rimedi naturali contro le ragadi delle dita

Per prevenire la formazione delle ragadi delle dita è opportuno non eccedere nella detersione delle mani e preferire detergenti delicati

 

Chi non può evitare di lavare le mani diverse volte al giorno, ad esempio per motivi legati alla professione, dovrebbe ricordarsi di applicare una crema idratante e protettiva diverse volte al giorno.

 

Se si è soggetti alla formazione di ragadi sulle mani può essere utile utilizzare i guanti di gomma durante le pulizie domestiche, nonché i guanti di lana durante i mesi freddi per proteggere le mani.

 

Per prevenire o trattare le ragadi delle dita si possono utilizzare diversi rimedi naturali da applicare sulle mani. 

 

Per migliorare l’idratazione delle mani, proteggere la pelle e velocizzare la cicatrizzazione delle ragadi, risulta ad esempio molto efficace l’applicazione di burro di karité puro sulle mani: lo si può applicare prima di andare a dormire e, per aumentare l’effetto protettivo, indossare dei guanti in cotone per tutta la notte.

 

Altri rimedi naturali efficaci in caso di ragadi delle mani sono l’olio di oliva e gli oli vegetali in generale, da massaggiare sempre prima di andare a dormire.

 

Per prevenire le infezioni, è possibile aggiungere al burro di karité o all'olio due o tre gocce di olio essenziale di lavanda o di limone.

 

Di giorno, meglio scegliere una crema idratante con ingredienti naturali oppure optare per il gel di aloe vera da applicare con un leggero massaggio almeno tre volte al giorno e dopo la detersione delle mani.