Articolo

Music for cats, la musica che rilassa i gatti

Dalla collaborazione tra il solista David Teie e alcuni esperti di comportamento animale prendono vita brani musicali appositamente pensati per rilassare i gatti. Un mix di rumori, suoni, frequenze che stimolano il cervello dell'animale e gli permettono di rilassarsi.

gatto

Credit foto
©Wang Tom

La musica gradita a noi umani non lo è altrettanto per i nostri amici a quattro zampe: l’udito dei gatti, infatti, ha una struttura diversa rispetto a quello dell’uomo.  Da questa premessa nasce Music for Cats, una seire di tracce musicali studiata appositamente per stimolare il cervello dei nostri amici a quattro zampe. 

 

In questi brani si alternano ronzii, fruscii e suoni talvolta stridenti per le orecchie di noi umani ma realizzati ad hoc da un team di studiosi per suscitare una precisa risposta dei gatti agli stimoli musicali.
 

Com’è nato Music for Cats

Il progetto nasce dalla collaborazione tra David Teie, violoncellista americano della National Symphony Orchestra e grande appassionato di gatti e Charles Snowdonm, psicologo e professore emerito della University of Wisconsin-Madison.

Teie ha voluto creare delle composizioni basate su rumori d’ambiente così da stimolare reazioni naturali degli amici a quattro zampe.

Music for Cats, quindi, è una raccolta di brani che stimolano l'animale oppure lo rilassano profondamente.
 

Le tracce musicali

Teie è partito dal concetto che unire rumori diversi permette di ottenere risultati differenti. Per ottenere un effetto energizzante sui gatti, ad esempio, sono stati mixati suoni simili al cinguettio degli uccelli, pause e fruscii. Al contrario, per rilassare le bestiole c'è un crescendo di fusa, silenzi e miagolii.

 

Sul sito è possibile ascoltare i brani gratuitamente e volendo si possono acquistare anche dei CD. Tutte le tracce musicali sono prive di testo e voci: le note, infatti, si intervallano unicamente a silenzi e a rumori che all’ascoltatore umano possono sembrare incomprensibili.

 

L’Album One, ad esempio, è focalizzato sul relax ed è indicato per animali ansiosi. Contiene 50 minuti di musica in cui si alternano cinguettii di uccelli, fusa e rumori tipici dell’allattamento.

 

L’Album Two, invece, ha una durata di 66 minuti e include una molteplicità di suoni rilassanti che possono essere apprezzati anche dagli umani. 

 

For the times when you are away..., infine, si articola in 4 CD e include tracce diverse che spaziano dai brani energizzanti a quelli calmanti. 
 

I risultati

Studi su esemplari diversi per razza, età e provenienza hanno dimostrato che i gatti giovani e sopravvissuti a contesti difficili (come ad esempio abbandono, abusi o randagismo) siano più sensibili alla musica e tendano a rilassarsi completamente in presenza di un brano musicale.

 

Gli esperimenti condotti da Teie e dai membri del team, infatti, rivelano che ogni razza felina ha una risposta biologica diversa ed intuitiva ai suoni. E che questo è dovuto allo sviluppo cerebrale, ma anche alla tipologia delle vocalizzazioni.

 

Già in precedenza uno studio condotto dai ricercatori della Louisiana State University (LSU) e pubblicato dal Journal of Feline Medicine and Surgery (JFMS) aveva evidenziato come vocalizzazioni, fusa e suzione avevano un effetto calmante sui gatti tale da rallentare addirittura il ritmo del battito cardiaco a riposo.
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio