Articolo

Vitamina B per cani: come integrarla nell’alimentazione?

Il nostro cane può necessitare di apporti vitaminici del gruppo B in alcune fasi della sua vita, come in gravidanza o durante la vecchiaia, ma anche nei cambi stagionali o se pratica attività sportive, come l'agility o è un cane da soccorso.

Vitamina B per cani: come integrarla nell’alimentazione?

Se avete la fortuna di condividere la vostra casa con un amico a quattro zampe, sicuramente vi sarà capitato di dovervi preoccupare per la sua salute o il suo benessere, perché vi siete accorti in qualche occasione che qualcosa non stava andando per il verso giusto.

Il mio cane è un simpatico Bovaro del Bernese, un orsacchiottone vivace e furbo, ma che come tutti gli animali non comunica a parole e quando non sta bene si fa capire, ma non riesce a dirmi cosa esattamente non va.

Ed è proprio in queste circostanze che si deve aprire un canale di frequenze alternative per interagire in maniera più empatica.

Non so se capita anche al vostro, ma quando il mio cane non sta bene si isola, non mangia, non gioca, aspetta di essere coccolato e abbracciato e in quell’occasione inizia a “parlare con gli occhi”.

E lì dobbiamo essere noi a interpretare e a farci da tramite con il veterinario, segnalando il maggior numero di sintomi possibili.

 

L’alimentazione dei nostri cani

Anche con il nostro cane dobbiamo operare innanzitutto nel campo della prevenzione, per garantire il maggior benessere possibile.

L’alimentazione corretta e bilanciata è il primo strumento a nostra disposizione: è importante nutrire il cane in maniera mirata, con alimenti specifici, non gli avanzi della nostra tavola e nemmeno pranzetti preparati in casa, soprattutto per cani di grossa mole con uno sviluppo osseo e muscolare rapido e pesante.

In commercio c’è davvero di tutto, di ottima e di pessima qualità e non sempre "chi più spende meno spende", come si suol dire, perché qualche anno fa era emersa un’inchiesta su alcuni mangimi di “marca” che contenevano sostanze cancerogene. Quindi documentiamoci accuratamente e scegliamo marche di alimenti certificati sicuri.

Impariamo poi a differenziare il cibo estivo da quello invernale: i nostri cani cambiano il pelo stagionalmente, e hanno esigenze di termoregolazione diversa in inverno e in estate: cibi altamente proteici in estate possono essere eccessivi, ce ne accorgiamo se il pelo del nostro amico diventa rossiccio e se la vivacità è eccessivamente sedata.

In un soggetto giovane e adulto sano è sufficiente la nutrizione con mangimi bilanciati: solitamente sono ricchi di tutti i nutrienti di cui hanno bisogno. Verifichiamo che contengano non solo carne o pesce ma anche cereali, patate, carote, vitamine, calcio,e zinco.

Per coloro che invece sono convinti che sia più sano cucinare il pasto del proprio cane in casa, è importante utilizzare degli integratori ad uso animale. Si trovano nei negozi specializzati e generalmente sono sottoforma di polveri da miscelare al pasto: ricchi di vitamine del gruppo B, vitamina D, calcio, amminoacidi.

È importante attenersi ai dosaggi giornalieri consigliati relativi al peso del cane. Consiglio per esperienza in ogni caso di evitare questa soluzione nella fase di sviluppo del cane, perché ossa e muscoli necessitano di apporti corretti.

Anni fa possedevo un terranova e da giovane naturopata “talebana” ero convinta che il cucciolone sarebbe stato meglio con un’alimentazione casalinga, fatta di cibi freschi, ricchi di verdure, carboidrati e proteine cucinati con le mie manine: risultato al sesto mese il bestione aveva le zampe anteriori leggermente storte. Il veterinario mi ha redarguito e prescritto un mangime ricco di calcio a cui integrare delle capsule per favorire la densità ossea con cui abbiamo corretto la postura!!!!

 

Integratori di Vitamina B per i nostri cani

Possiamo fare uno strappo alla regola e integrare un’importante gruppo di vitamine per salvaguardare il benessere del nostro cane. Il gruppo B può aiutarci in determinati momenti della vita del nostro amico a quattro zampe. Le criticità possono manifestarsi:

  • d’estate, quando a causa del caldo subentra stanchezza e inappetenza,
  • in gravidanza e allattamento, quando la mamma pelosa necessita di un aiuto in più per sopportare la gestazione e l’allattamento,
  • ai primi sintomi d’invecchiamento, quando il nostro amico inizia a rallentare, a dormire molto, e a stancarsi facilmente,
  • se il nostro cane è uno sportivo e si occupa di soccorso in acqua o è dedito all’agility.

Possiamo integrare la vitamina del gruppo B attraverso capsule formulate appositamente per cani e gatti, con un dosaggio calibrato al peso, oppure aggiungere al loro mangime alimenti contenenti questi importanti nutrienti, come il fegato di manzo, il pollo, il salmone, il tonno, le uova, le noci, il lievito di birra, le patate, la carne di maiale.

 

A cosa servono le vitamine del gruppo B per i nostri cani

Quali funzioni esercitano le vitamine del gruppo B sull’organismo del nostro amico a quattro zampe?

  • Tiamina o vitamina B1: è interessata al metabolismo dei carboidrati, alla trasformazione metabolica del cibo in energia. In caso di carenza di vitamina B1 possiamo assistere a perdita del peso, debolezza, inappetenza fino all’anoressia, ipotermia
  • Riboflavina o vitamina B2: indispensabile per lo sviluppo cellulare, per la formazione muscolare e delle mucose del nostro amico. In caso di carenza possono verificarsi forme di infiammazione in bocca, agli occhi, difficoltà nella crescita.
  • Niacina o vitamina B3: sostiene il cane in caso di iperattività, performance sportive, contrasta la stanchezza. In caso di carenza di vitamina B3 possono manifestarsi episodi di affaticamento eccessivo.
  • Acido pantotenico o vitamina B5: utile per ricavare il corretto apporto energetico dagli alimenti e per favorire la prestanza mentale. In caso di carenza di vitamina B5 possono manifestarsi episodi di nervosismo, disturbi del sonno, instabilità.
  • Piridossina o vitamina B6: è utile per la sintesi di serotonina, emoglobina, e globuline. La carenza di questa vitamina è molto rara e porta inappetenza, stanchezza, diarrea.
  • Acido folico o vitamina B9: indispensabile per la formazione del sangue, per il sistema immunitario, e la formazione delle catene di amminoacidi.
  • Cianocobalamina o vitamina B12: partecipa alla formazione dei globuli rossi, sostiene le funzioni del Sistema Nervoso Centrale, contrasta la stanchezza. Anche in questo caso è raro assistere a carenza di vitamina B12 nei cani. Può accadere eventualmente in caso sia stata adottata una dieta vegetariana, ma auspichiamo che questo non avvenga con i nostri animali domestici.

 

Sai quando si celebra la Giornata mondiale del cane?

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio