Articolo

Come eliminare l'odore della pipì del gatto in modo naturale

Il cattivo odore della pipì del gatto alla lunga può impregnare le superfici a contatto. Esistono rimedi naturali per eliminare gli odori sgradevoli su pavimenti e tessuti e far durare la lettiera del gatto più a lungo.

Come eliminare l'odore della pipì del gatto in modo naturale

La pipì del gatto, specialmente se il micio è maschio, ha un odore davvero sgradevole e persistente: vediamo come eliminare l’odore della pipì del gatto in modo naturale.

 

Come eliminare l’odore di pipì del gatto

La pipì del gatto ha un odore particolarmente sgradevole, pungente e persistente, difficile da eliminare, soprattutto nei luoghi in cui il micio è solito fare i bisogni.

Eliminare completamente l’odore di pipì dei gatti maschi all’interno della lettiera è praticamente impossibile: la lettiera del gatto tende infatti con il tempo ad assorbire gli odori e, anche se puliamo regolarmente la lettiera del nostro micio, dopo qualche anno dovremo sostituirla.

Diverso è il discorso dei bisogni che vengono fatti dal gatto fuori dalla lettiera: se il vostro amico a quattro zampe ha sporcato tappeti, divani, letti o affini, non solo è possibile eliminare l’odore della pipì, anche con rimedi naturali, ma è indispensabile: eliminare l’odore della pipì è infatti necessario per evitare che il gatto sporchi di nuovo nello stesso posto.

Innanzitutto, cospargete il luogo in cui il gatto ha sporcato con della polvere di bicarbonato di sodio mescolata a cinque gocce di olio essenziale di menta o di malaleuca: il bicarbonato assorbirà la pipì dal tessuto e, insieme agli oli essenziali, contribuirà a eliminare l’odore.

Dopo quindici minuti, rimuovete il bicarbonato e procedete con il normale lavaggio del tessuto.

Per lavare divani non sfoderabili e imbottiture delle sedute, materassi e tappeti che non possono essere messi in lavatrice, valutate l'uso del vapore, un metodo ecologico e naturale per pulire e igienizzare i tessuti grazie alle alte temperature.

Se dopo il lavaggio avvertite ancora odore di pipì, provate a spruzzare una soluzione di acqua e aceto: attenzione a non applicare l’aceto su tessuti delicati, che potrebbero rovinarsi.

Se invece la pipì ha sporcato solo il pavimento, asciugatela e poi lavate il pavimento con acqua e aceto così che il gatto non percepisca l'odore e sia meno propenso a sporcare nuovamente in quel luogo.

 

Leggi anche Le pulci del gatto: rimedi naturali >>

 

Perché il gatto sporca fuori dalla lettiera?

Normalmente i gatti imparano a sporcare nella lettiera fin da piccolissimi e, se sterilizzati, non sporcano quasi mai in casa perché non sentono la necessità di marcare il territorio.

Può capitare però che in determinate situazioni, il gatto faccia pipì su tappeti, divani o materassi: purtroppo l’odore della pipì del gatto dai tessuti è particolarmente sgradevole e persistente e il gatto tende a essere recidivo e a continuare a fare i bisogni nello stesso posto, rendendo vani i tentativi di pulizia.

Quindi per prima cosa occorre capire come mai il gatto fa i bisogni fuori dalla lettiera: generalmente avviene quando il gatto è stressato. Se ad esempio avete traslocato da poco, se è arrivato un nuovo animale in casa, se avete spostato il cibo o la lettiera, cambiato il tipo di lettiera o se la lettiera è sporca, il gatto può esprimere il suo disappunto facendo i bisogni dove non dovrebbe.

Cercate di scoprire dunque il motivo del disagio del gatto e di ristabilire il benessere dell’animale. Se il gatto non è sterilizzato è molto probabile che sporchi in casa ed è difficilmente risolvibile, se non attraverso la sterilizzazione.

 

Leggi anche Oli essenziali per gli animali, come e per cosa usarli >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio