Articolo

Rapa nera, proprietà e benefici

Vi sono alimenti cui forse siamo più affezionati che ad altri. Le rape non godono di buona fama, basti pensare alla quantità di modi di dire "ingenerosi" nei loro confronti: "testa di rapa" in primis. Le rape invece, a conoscerle, offrono gradite sorprese.

Rapa nera, proprietà e benefici

Le rape non sono proprio l’alimento più comune sule nostre tavole. Ed è un peccato, poiché variare il tipo di cibi che assumiamo consente di apportare al nostro organismo tutte le molecole benefiche per la salute.

Aumentiamo la varietà degli alimenti che portiamo in tavola, magari proprio a partire dalle rape: per esempio, sapevate che ne esistono di diverse tipologie, ciascuna con le sue proprietà specifiche? Conoscete già la rapa nera, ricca di proprietà e benefici salutari?

 

Rapa nera: le proprietà

Le rape appartengono alla famiglia delle Crucifere, piante con fiori dotati di hanno quattro petali disposti come in una croce. In generale, le crucifere sono note per le loro proprietà antiossidanti, antitumorali, rinforzanti del sistema immunitario e per il loro elevato contenuto di sali minerali, fibre e vitamine, soprattutto vitamina A e β-carotene, vitamina C, vitamine del gruppo B e acido folico.

La pianta della rapa nera o ramolaccio nero (nome botanico raphanus sativus niger) viene coltivata per la sua grossa radice di color nero, di forma più o meno globosa, che supera i 100 grammi di peso. La polpa ha tonalità biancastre e al tatto risulta compatta; il suo sapore ricorda quello di un ravanello piccante.

La rapa nera vanta, al pari delle altre crucifere, molte proprietà salutari: oltre ai vari principi attivi, contiene un olio piccante che conferisce un gradevole gusto pungente, particolarmente apprezzato nelle preparazioni di semplici ma gustosissimi piatti.

 

Leggi anche Conserve dell'autunno e dell'inverno >>

 

Le principali proprietà della rapa nera sono:

> Disintossicanti, grazie all’elevato contenuto di zolfo.

> Antiossidanti, grazie ai flavonoidi.

> Antinfiammatorie, grazie alla presenza di molecole di gerfanato, protettivo anche per la mucosa gastrica.

> Antitumorali, grazie a polifenoli e isotiocianati.

> Espettoranti, grazie al gerfanato, che accelera il turnover (la produzione e l’espulsione) del muco.

 

Rapa nera: i benefici e come sfruttarli

Ora che abbiamo imparato a conoscere meglio la rapa nera, possiamo “passare all’azione” scoprendo i suoi benefici per la nostra salute e come poterla utilizzare.

Riassumiamo i benefici della rapa nera:

> Antibiotico naturale utile a contrastare i sintomi influenzali.
> Calma la tosse.
> Combatte raffreddori, bronchiti e malattie della vescica.

 

Sciroppo alla rapa

 

Preparazione

> Dopo averne parzialmente asportato la polpa interna, si colloca la rapa nera direttamente su un bicchiere o una tazza e la si riempie di miele lasciando macerare per 6-8 ore.
Si ottiene così uno sciroppo da assumere a cucchiai e consumare entro qualche giorno

 

Leggi anche Piante spontanee e commestibili di ottobre >>

 

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio