Articolo

Elogio dei negozi in cascina

Il profumo della terra, toccare con mano ciò che si compra, ascoltare le storie del contadino e fare la spesa con il cesto: comprare nei negozi in cascina è questo e molto di più!

Elogio dei negozi in cascina

Comprare in cascina oggi è una realtà sempre più diffusa.

Vari sono i motivi che spingono le persone a non infilarsi più in chiassosi super o ipermercati e girare invece alla ricerca di una pacifica oasi fuori città dove, oltre a latte, farine, riso e pasta, si può trovare anche il formaggio, le marmellate, la frutta e la verdura di stagione, magari coltivate anche secondo le regole dell'agricoltura biodinamica, permacultura od orto sinergico!

Comunque sia, la scelta di fare la spesa direttamente dal produttore è una scelta consapevole, etica, sostenibile e che aiuta il territorio e i suoi abitanti a crescere e conoscersi in armonia. 


Perché comprare in cascina?

  1. È più economico.
  2. Si possono trovare prodotti biologici freschi e di stagione, dal sapore decisamente diverso rispetto a quelli surgelati e maturati in serre o peggio chimicamente.
  3. Il sabato pomeriggio preferisco andare a fare un giro in campagna con la famiglia o gli amici, piuttosto che impazzire, girare a vuoto e fare file nel supermercato.
  4. Il contadino-negoziante che c'è è una persona simpatica e spesso in cascina vengono organizzati incontri, convegni, corsi ed eventi ad hoc, pensati grandi e piccini.
  5. Posso conoscere anche altre persone che la pensano come me.
  6. Ho la possibilità di vedere (e di fare conoscere ai miei figli!) gli animali che fanno il latte e i campi che danno gli ortaggi.
  7. È sostenibile, non si inquina con sacchi e sacchetti, posso usare cesti e cassette.
  8. Amo consumare prodotti a chilometro zero.
  9. Naturale è meglio: meno zucchero, meno conservanti e coloranti, meno solfiti, meno pastorizzanti e chi più (o meno!) ne ha più ne metta!
  10. In certi casi posso andare direttamente io, con la mia famiglia, a raccogliere le verdure nell'orto, sentire il profumo della terra, toccare ciò che mangerò.
  11. Ne aprofitto per pranzare o cenare fuori, in agriturismo o in cascina stessa.
  12. Respiro un po' di aria meno inquinata e perché non devo vestirmi come per andare in ufficio, ma posso sporcarmi, mettere gli stivali, essere naturale dentro e fuori!
  13. Last but not least: perché imparare annulla i confini e cambiare un po' aria, imparando a prendersi cura di sé, dei propri cari e del proprio mondo, fa bene alla mente, al fisico e al cuore!

Non bastano? Questi e, se ci pensate bene, altri mille motivi vi stanno già facendo pensare verso quale cascina dirigervi sabato prossimo. Non vi preoccupate, per ogni regione e città internet vi viene incontro, fornendo pagine dedicate con gli elenchi dei produttori e dei prodotti che vendono.

Ecco in provincia di Milano Cittametropolitana mette a disposizione una carrellata di posti, dalla A alla Z.

Il sito Prodotti a km 0 è un vero e proprio motore di ricerca che vi permetterà di individuare il punto vendita più vicino, esiste anche la versione per il cellulare. La stessa cosa offre il sito Agraria.org.

 

Agricoltura biologica in Italia, crescita in controtendenza

 

In cosa consiste la spesa in cascina

Allora, punto uno, la spesa in generale va pensata e organizzata in un modo nuovo. Ovvero: non vado per comprare tutto in un unico non luogo, ma spezzetto e in cerca della qualità: migliore qualità sia di vita, che del prodotto.

Sarà, per esempio, un planning di questo tipo:

  • il sabato si fa il giro delle cascine, tre o quattro vicino a me dove posso trovare tutto quello che mi serve per la settimana a venire (per esempio latte, formaggio, uova, ortaggi e frutta fresca, farina, pasta, semi vari, marmellata, miele, vino);
  • il martedì, uscendo dal lavoro, lo dedico una volta al mese ai detersivi: ecoricariche per ogni tipo di pulizia, dal lavaggio dei panni al gel disincrostante, ormai esistono negozietti dedicati in molte città, oppure vado presso un rivenditore unico che so che le tiene; non dimentico mai di fare scorta di bicarbonato e aceto bianco.
  • Una tantum rivaluto l'erboristeria sottocasa che mi offre tè e tisane di ogni tipo, oltre che prodotti per capelli senza parabeni e siliconi, shampoo, balsamo e una saponetta delicata o sapone di aleppo come bagnoschiuma. L'acqua presso la casa dell'acqua, se quella del rubinetto non è proprio così buona.

Cosa manca? Lo scoprirete da soli e imparerete a dirigervi nel posto giusto, magari anche solo una vota ogni tre mesi! Piano piano vi renderete conto che, così facendo, oltre che risparmiare sulla spesa, consumerete molto meno e butterete via molte meno cose. E per il pane, se proprio non vi piace cucinare e autoprodurvelo, riscoprite il buon vecchio forno più vicino.

 

Dove trovare i prodotti biologici?

 

Per approfondire:

> Agricoltura biologica: la produzione e i vantaggi