Articolo

Canihua: proprietà e usi dei semi della salute

Parenti della quinoa, i semi di canihua sono perfetti per le diete vegane e vegetariane, nutrienti e leggeri, conosciamone proprietà e caratteristiche.

Canihua: proprietà e usi dei semi della salute

Cosa sono i semi di canihua. Canahua, canihua o cañihua: si tratta di una pianta della famiglia delle Chenopodiaceae che cresce in alcune zone della Bolivia e del Perù, anche in alta montagna e a bassa temperatura.

Sorella della quinoa, come questa ricca di sostanze preziose, tanto da essere soprannominata “seme della salute”.

Questa pianta delle Ande ha anche una notevole resistenza, non solo al freddo, ma anche alla mancanza di acqua e ai parassiti.

Il seme di canihua viene anche utilizzato per la produzione di farina, perfetta per zuppe e minestre, nella preparazione di dolci e per arricchire bibite.

 

Proprietà della canihua

Si tratta di un seme dal colore che va dall'ocra al marrone scuro o bruciato, simile in forma alla quinoa, ma diverso per certe caratteristiche. Anzitutto non contiene saponine, quelle sostanze che potrebbero conferire all’alimento un sapore amarognolo, se non risciacquato bene prima della cottura.

Tra le sostanze benefiche contenute in questi piccoli semi, vi sono amminoacidi e proteine, magnesio, vitamina E, ferro, fosforo e calcio. Tra i benefici, oltre al notevole potere nutrizionale che lo rende un alimento ideale nelle diete vegetariane e per i vegani, per esempio, si annoverano quelli connessi allo stomaco, visto che aiuta nel processo della digestione, e al cuore, grazie al fatto che aiuta a ridurre il colesterolo cattivo. Contiene infatti pochissimi grassi, anche se è un alimento piuttosto energetico, circa 340 calorie per 100 grammi di prodotto. 

Non contenendo glutine, i semi di canihua sono perfetti per i celiaci e per gli intolleranti. 

 

Leggi anche Cereali senza glutine >>

 

Ricette con semi di canihua

I semi di canihua si possono trovare nei negozietti etnici, in quelli specializzati in prodotti biologici e naturali, oppure on line.

La canihua non ha bisogno di ammollo, si cucina bollendola per circa 20 minuti. Ben si presta per la realizzazione di piatti unici, come cous cous a base di verdure o insalatone miste.

Si può unire a cereali, come il miglio per esempio, per realizzare gustose polpette vegetariane o vegane. Una confezione da 250 grammi di semi di canihua costa circa 4,50 - 5 euro.

Il consiglio è sempre quello di prestare attenzione ai produttori, così da non andare a intaccare il delicato equilibrio locale e da favorirne un corretto e sostenibile commercio. 

 

Leggi anche Agricoltura biologica: i vantaggi >>

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio