Articolo

Biotina, proprietà e indicazioni

La biotina, detta anche vitamina H, è una vitamina e un coenzima molto importante per la salute di pelle, capelli e unghie, ma anche utile al metabolismo degli alimenti.

Biotina, proprietà e indicazioni

Biotina: cos'è

La biotina è una vitamina del complesso B (B7 o B8, a seconda che la nomenclatura sia tedesca o inglese). Chiamata anche vitamina H, la biotina è anche un coenzima, permette cioè la funzione di alcuni che alcuni enzimi di regolare il metabolismo di grassi, proteine e zuccheri.

Essa perciò risulta importante per il fegato e per le funzioni che è deputato a svolgere. La biotina è infine necessaria alla costruzione del DNA.

La biotina viene assorbite nell'intestino, e trasferita poi dal fegato. È perciò importante mantenere in salute la flora intestinale, senza la quale la biotina potrebbe andare perduta.

 

Proprietà della biotina

I benefici della biotina per l'organismo sono numerosi: è una vitamina essenziale e un coenzima in grado di aiutare l'assorbimento di altre vitamine del gruppo B. Le sue principali proprietà sono:

> Benefica per la salute di pelle, capelli e unghie: la biotina aiuta in caso di fragilità cutanea, capillare e di unghie, migliora l'aspetto di questi tessuti, e favorisce la crescita dei capelli, contrastando l'alopecia, e agendo sulla produzione sebacea;

> è utile in caso di dermatite seborroica: proprio per la sua proprietà di agire sulle ghiandole sebacee e come regolatore della produzione di sebo a livello della cute, è efficace in caso di dermatite seborroica;

> in gravidanza, associata all'assunzione di acido folico, agevola un corretto sviluppo fetale;

> migliora il metabolismo degli zuccheri, dei carboidrati, e dei grassi responsabili della formazione di colesterolo: la biotina svolge un importante ruolo metabolico, mantenendo stabili i livelli ematici del glucosio e di colesterolo.

Per la sua funzione metabolica a livello degli zuccheri è indicata nei casi di leggera depressione dovuta a deficit energetico e nei casi di diabete: in questo ultimo caso sono in corso studi scientifici approfonditi per comprovarne l'efficacia.

 

Leggi anche Le vitamine B6 e B12 per un carico di energia >>

 

Biotina: indicazioni

La biotina non viene prodotta autonomamente dal corpo, perciò è necessaria introdurla dall'esterno. Inoltre, essendo idrosolubile, il corpo non ne costituisce delle riserve, pertanto va assunta giornalmente.

In una alimentazione equilibrata l'apporto di biotina raggiunge facilmente il fabbisogno giornaliero, ma in casi particolari, quali una alimentazione troppo povera e restrittiva, nei casi di dimagrimento eccessivo e rapido, oppure durante l'assunzione di antibiotici, la biotina può e deve essere integrata.

In commercio esistono integratori a base di biotina, da assumere sotto indicazione medica qualora se ne sia accertata la mancanza.

Nei casi in cui invece si voglia migliorare l'aspetto della pelle, dei capelli, delle unghie, e agire sul metabolismo, si può aumentare l'assunzione di biotina implementando la consumazione di determinati alimenti: le carni e i latticini ne sono ricchi, ma anche il lievito di birra e la frutta secca, benchè l'assorbimento della biotina in questi ultimi alimenti sia limitato.

Assumendo questi alimenti si può aumentare la disponibilità della biotina, poiché ogni cibo presenta, nella propria unica interezza, tutti i componenti necessari all'assorbimento di vitamine e nutrienti, spesso più di quanto possa permettere un isolato integratore alimentare.

 

Leggi anche Gli alimenti ricchi di vitamina B >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio