Articolo

Tre ricette con i ravanelli

Il ravanello, colorato e invitante nell’aspetto, così particolare nel sapore. Come portarlo in tavola? Tre idee, per mangiarlo crudo e anche cotto.

Tre ricette con i ravanelli

Con la primavera arriva il ravanello. Croccante, colorato, saporito.

C’è chi lo ama e chi lo odia, chi lo mangia solo crudo e chi non lo mangia affatto; non è sicuramente uno di quei prodotti che mette tutti d’accordo, eppure, ha potenzialità inespresse che potrebbero stupire.

Sicuramente, il modo più facile di mangiarli e abbinarli è all’interno di insalate miste, ma possiamo usarli anche per la preparazione di panini e snack o addirittura cuocerli; ecco dunque tre idee.

> Bruschette con ravanelli e formaggio;

> Insalata mista con ravanelli;

> Chips di ravanelli.

 

Bruschette con ravanelli e formaggio

bruschetta-rapanelli

La bruschetta con ravanelli e formaggio è un’idea per uno spuntino diverso dal solito; si può inoltre servire con l’aperitivo o come antipasto.

Ingredienti per quattro persone

> 4 fette di pane raffermo;
> 4 ravanelli;
> 100 g di formaggio spalmabile;
> pepe.

 

Leggi anche Germogli di ravanello, proprietà, benefici e uso >>

 

Preparazione

Abbrustolire il pane sul fuoco, al forno o in padella; aggiungere una spolverata di pepe nel formaggio e spalmarlo sul pane ancora caldo. Lavare i ravanelli e tagliarli a fette, posarli sul pane e servire.

Un’idea alternativa è mettere formaggio e ravanelli all’interno di un panino, da portare magari con sé per la pausa pranzo. Naturalmente, in tal caso, il pane non va tostato.

 

Insalata mista con ravanelli

insalata-rapanelli

Il modo più classico e più diffuso di mangiare ravanelli è certamente all’interno di un’insalata mista. Quello che segue è un contorno molto estivo, fresco e leggero.

Ingredienti

> 6 ravanelli;
> 2 cetrioli;
> 400 g valeriana e lattughino;
> 1 pizzico di sale;
> 30 g olio evo;
> 20 g di succo di limone.

Preparazione

Lavare valeriana e lattughino e fare asciugare molto bene. Lavare e tagliare a fettine i ravanelli. Lavare, sbucciare e tagliare a rondelle i cetrioli. Preparare un’emulsione con l’olio extravergine d’oliva, il succo di limone e il sale.

Mettere tutti gli ingredienti in una capiente ciotola e condire con l’emulsione di olio e limone. Facile, veloce e sana; un’insalata perfetta per chi ama i contorni freschi e croccanti.

Se si vuole trasformare quest’insalata in un piatto completo, per una pausa pranzo o una cena light, aggiungere petto di pollo cotto alla piastra e tagliato a dadini oppure tonno al naturale, e servire con crostini di pane o focaccia bianca.

 

Chips di ravanelli

chips-ravanelli

Di solito li mangiamo crudi, ma i ravanelli sono molto buoni anche cotti; per esempio si possono cuocere, interi, sulla placca da forno, conditi con un filo d’olio e un pizzico di sale, oppure arricchiti con una manciata di semi misti, per esempio semi di sesamo e girasole. Oppure si possono fare le chips, molto sfiziose e divertenti.

 

Ingredienti per una piccola ciotola di chips

> 10 ravanelli;
> 1 cucchiaio d’olio evo;
> sale.

 

Preparazione

Lavare e pulire i ravanelli tagliandoli a rotelle molto sottili. In una ciotola, mescolare le fettine di ravanello con sale e olio, aiutandosi con le mani, e stendere le rotelle su una placca rivestita con carta da forno, facendo attenzione a non sovrapporle. Cuocere in forno ventilato a 170 °C per circa 20 minuti.

Il ravanello è di per sé abbastanza saporito grazie al proprio naturale sentore leggermente piccante; però, se si vuole dare ancora più sapore, è possibile aromatizzare le chips con erbe e/o spezie, per esempio con curry o paprika dolce o piccante, prima di infornarle.

 

Leggi anche Daikon, il ravanello giapponese >>

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio