Articolo

Pane arabo, la ricetta in due varianti

La ricetta in due varianti per preparare in casa un pane morbido ma allo stesso tempo croccante.

Pane arabo, la ricetta in due varianti

Il pane arabo è un tipo di pane a lievitazione e cottura brevi, perfetto per chi ha poco tempo ma non vuole rinunciare all’autoproduzione: vediamo la ricetta in due varianti per preparare il pane arabo al forno o in padella.

 

Pane arabo, differenza tra cottura al forno e in padella

Il pane arabo è un pane che richiede un tempo breve di lievitazione e una cottura veloce, ed è perfetto per chi vuole preparare il pane in casa ma ha poco tempo: la preparazione, compresa di lievitazione e cottura, richiede infatti solo un paio d’ore.

Nella variante che prevede la cottura in forno si ottiene un pane più soffice, con una crosta croccante e dorata, mentre con la cottura in padella il pane risulterà leggermente meno morbido e la parte esterna sarà più croccante e abbrustolita.

In entrambi i casi, si ottengono dei panini tondi e piatti che durante la cottura sviluppano una sorta di tasca da farcire con hummus di ceci, verdure e altri condimenti. Il pane arabo quindi si presta bene per la preparazione di panini da gustare sia in casa che fuori: di seguito, la ricetta per preparare il pane arabo nelle due varianti.

 

Leggi anche Tutto sul pane Carasau >>

 

Pane arabo al forno

Ingredienti
> 350 g di farina di frumento;
> 210 ml di acqua tiepida;
> 25 g di lievito di birra essiccato;
> una presa di sale;
> 2 cucchiai di olio evo.

Procedimento
Sistemate la farina setacciata in una ciotola o sulla spianatoia; unite il sale e il lievito, l’acqua e l’olio e lavorate con le mani o con una spatola fino a ottenere un impasto liscio, morbido e omogeneo.

Fate riposare per un’ora coprendo l’impasto con un canovaccio, poi dividetelo in cinque o sei palline; ricavate da ogni pallina un dischetto alto circa mezzo centimetro, stendendo la pasta con le mani o con la spianatoia.

Fate riposare i dischetti di pasta per circa mezz’ora, di nuovo coperti con un canovaccio.

Infine, sistemate i dischi di pasta sulla piastra del forno, ungendola prima, e spennellale la superficie della pasta con acqua; cuocete in forno a 220°C per dieci minuti.

I panini possono essere conservati per un paio di giorni in un sacchetto di tela, sistemandoli ancora caldi all’interno del sacchetto, così che il calore eviti al pane di seccarsi.

 

Pane arabo in padella

In alternativa alla cottura al forno, è possibile cuocere il pane arabo in padella. Gli ingredienti e il procedimento sono gli stessi, ma la cottura avviene in pochi minuti in padella.

Utilizzate una padella antiaderente e ungetela leggermente con olio di oliva; sistemate un disco di pasta alla volta nella padella calda e fate cuocere per circa un minuto senza coperchio.

Quando la pasta inizierà a gonfiarsi, giratelo e fate cuocere pane dall’altro lato. Servite il pane ancora caldo oppure sistematelo subito all’interno di un sacchetto di tela per conservarlo.

 

Leggi anche La ricetta del pane di quinoa >>