Articolo

Il latte di riso fatto in casa

Il latte di riso è ricco di benefici per la salute, in particolare per il colon e l'apparato digerente, ecco in poche mosse come procedere per farlo in casa

Il latte di riso fatto in casa

Il latte di riso è tra i vari latti vegetali quello meno grasso, che non contiene glutine ed è ricco di zuccheri semplici, minerali, fibre e una minore quantità di proteine e lipidi.

Visto il ridotto apporto vitaminico, si trova spesso in commercio già pronto e arricchito di vitamina B12, vitamina D o calcio.

Si tratta di un alimento che ha vari benefici: favorisce la mobilità intestinale, regolarizzando il colon irritato; è privo di colesterolo, cosa che lo rende un ottimo alleato nelle diete e per chi soffre di colesterolo alto; si digerisce facilmente, non per niente il riso in bianco si utilizza come adiuvante nella terapia dei disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale; e, grazie all'elevato contenuto di zuccheri semplici e a una buona dose di carboidrati, è molto indicato per chi pratica sport o è sottoposto a intenso sforzo fisico.

Non dimentichiamoci che grazie al suo sapore particolarmente dolce e gradevole, può essere utilizzato anche per la preparazione di dolci.

 

Latte di riso fatto in casa: la ricetta

Anche il latte di riso si può preparare a casa; il procedimento è semplicissimo, ecco le dosi.

Ingredienti:
> 50 grammi di riso bianco (di qualsiasi tipo, Originario, Roma, S. Andrea o altro, basta che non sia parboiled)
> un litro d'acqua

Preparazione: sciacquare il riso in acqua corrente, per eliminare parte dell'amido; bollire il riso nell'acqua per un tempo superiore alla cottura, circa mezz'ora, in modo che i chicchi si ammorbidiscano, frullare il tutto con un frullatore a immersione, fino a quando sarà tutto ben amalgamato.

Filtrare con un colino a maglie fitte e imbottigliare. Volendo si può aggiungere ancora un po' d'acqua per renderlo più liquido, un pizzico di sale fino e un cucchiaio circa di malto di riso o zucchero di canna integrale se si vuole insaporire o dolcificare.

Essendo privo di conservanti, questo latte si conserva in frigorigero per un massimo di quattro giorni. Oltre che consumarlo così com'è, si può utilizzare per preparare panna da cucina, besciamella, crema pasticcera, maionese vegana. Il riso scotto non buttatelo: è ottimo riutilizzato per torte, polpette o budini.

 

Leggi anche Bevande vegetali, quali scegliere >>

 

Proprietà del riso

Va infine precisato che il riso è un cereale che possiede un aminoacido essenziale, la lisina, e proteine di buona qualità. Quanto alla componente lipidica, contiene soprattutto acidi grassi essenziali.

Ha molto potassio e poco sodio ed è quindi un alimento indicato in chi soffre di ipertensione arteriosa. Il riso è privo di glutine e può quindi essere consumato anche da chi soffre di celiachia.

Attenzione: visto che contiene molti zuccheri semplici, il latte di riso potrebbe essere controindicato per chi soffre di diabete o ha una ridotta tolleranza ai glucidi.

 

Prova a fare in casa anche il latte di soia

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio