Articolo

Re Tuna: il centro commerciale di prodotti riciclati

In Svezia nasce una realtà vincente che fa leva su prodotti di seconda mano, spacchettati e mai usati, o magari anche da riparare un po': si chiama Re Tuna, il centro commerciale dei prodotti riciclati.

Re Tuna: il centro commerciale di prodotti riciclati

Re Tuna: sostenere l'ambiente riducendo i consumi

Re Tuna Atersbrukgalleria, o ReTuna Recycling Galleria, è il primo centro commerciale europeo che commercia in articoli di seconda mano. Nasce in Svezia, nella piccola cittadina di Eskilstuna, a un centinaio di chilometri da Stoccolma e non si tratta di un banale mercatino dell'usato, ma di un'importante stretta di mano tra pubblico e privato, che vede tra i protagonisti dell'attività anche attivisti ambientali ed esperti di riciclaggio e riuso

Passaggio ulteriore al non acquistare è acquistare in modo consapevole: la base del funzionamento eco-sostenibile di Re Tuna è reimmettere sul mercato prodotti che vi regalano e che magari non vi servono o non vi piacciono; oppure ancora he avete usato poche volte o addirittura spacchettato e mai adoperato, o che hanno qualche difetto e sono da sistemare. 

Sì, perché sarà lo staff di questo centro commerciale così particolare e attento all'ambiente e alle persone a decidere quali sono gli oggetti da prendere, come riciclarli o reimmetterli sul mercato, aggiustandoli e, nel caso, anche trasformandoli. 


Leggi anche Scambiarsi vestiti: l'arte dello swap >>

 

Come è organizzato Re Tuna

La gente che vuole sbarazzarsi di qualcosa può certo organizzare uno swap party, ma, in alternativa, viene al Re Tuna e vende o dona gli oggetti in un'area principale dedicata.

Successivamente si può fare un giro tra gli spazi di questo luminoso ed accogliente "centro commerciale": all'interno del Re Tuna vi sono 14 negozi, un ristorante bio e uno spazio-laboratorio didattico; qui vengono realizzati incontri, seminari e workshop che toccano tematiche più che mai attuali: lo sviluppo sostenibile, la crescita intelligente, l'economia circolare, il consumo critico e consapevole.

Tra i negozi presenti vi sono quelli di abbigliamento, di arredo per interni o esterni e prodotti di costruzione, di giocattoli, di libri; negozi di biciclette e addirittura stand che vendono apparecchi elettronici. 

 

Vivere green e limitare gli sprechi

No al modello di consumo dominante: il punto forte di Re Tuna è un atto di ribellione rispetto al consumo folle, reso spesso cieco dall'usa e getta compulsivo e dal delirio di oggetti, spesso inutili, che si trovano oggi in commercio. Si tratta di un modo "altro" di vivere, possibile e consapevole, dove limitare gli sprechi, imparare ad aggiustare, rispettare oggetti, lavoro, tempo e denaro di tutti diventano parole d'ordine imprescindibili. 

Cavalcare l'onda "Zero Waste" fa sentire bene,  rende consapevoli di quanto e come si consuma, di quanto entra ed esce dal portafoglio: seguite anche l'esempio di questo negozio di Berlino, Original Unverpackt, che ci fa guardare avanti a testa alta e proietta il mondo in un'oasi di gioia e rispetto.

 

Leggi anche Cosa sono le riciclerie >>

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio