Articolo

Cosa sono le riciclerie

Luoghi di stoccaggio provvisorio di materiali differenziati, che poi verranno immessi nuovamente nel ciclo del riuso, recupero, riciclo; luoghi che potrebbero diventare altamente social, come accade in Giappone: ecco cosa sono le riciclerie urbane e come funzionano.

Cosa sono le riciclerie

Lunga vita ai rifiuti con le riciclerie

Il sito di Amsa.it (l'Azienda milanese che si occupa di smaltire i rifiuti dell'area metropolitana di Milano) spiega bene cosa sono le riciclerie: "si tratta di aree specialmente attrezzate della città dove le persone e i cittadini possono portare tutto ciò che è riciclabile, dai rifiuti elettrici o elettronici, a quelli ingombranti, carta, cartone, plastica, metallo, vetro e via dicendo. I rifiuti differenziati conferiti vengono quindi riciclati nel pieno rispetto dell'ambiente e dell'ecologia."

Ogni città ha istituito, presso i vari quartieri, diverse riciclerie, che è sempre bene contattatare o controllare via internet prima di portare oggetti o rifiuti di dubbio smaltimento.

Alle riciclerie si può accedere gratuitamente, con la propria auto in caso si debbano portare rifiuti ingombranti, l'importante è essere muniti di un documento di identità. 

 

Leggi anche Come fare ecologia in ufficio >>

 

Riciclerie, il dibattito continua

Anni fa l'articolo di Altroconsumo "Rifiuti: la verità sulle riciclerie dei comuni"  faceva leva, grazie a un'indagine condotta sul territorio, sul mal funzionamento del punto raccolta differenziata, la ricicleria appunto, in certe aree d'Italia. In altri paesi, invece come il Giappone per esempio, la ricicleria diventa un luogo sociale di incontro e scambio, non solo di oggetti.

Kamikatsu, la città giapponese zero waste, ha tutto da insegnare in questo caso!

Oggi però l'andamento sembra invertito, almeno per certe città: se in alcun ci può essere ancora aria poco trasparente, assistenza traballante e poca chiarezza, di fatto pare invece che il sistema di raccolta delle riciclerie sia ben visto in altre, come Milano per esempio.

Qui il lavoro effettuato da Amsa ottiene un voto medio di 7,7 dai suoi cittadini, con un voto che arriva fino a 8 per le cinque riciclerie urbane. 

 

Ricicleria, non discarica!


Attenzione a non fare confusione: la ricicleria, anche chiamata ecopiazzola, isola ecologica, ecometro, a seconda delle città, è un'area attrezzata, recintata e sorvegliata dove si portano rifiuti differenziati che successivamente prendono altre strade per essere recuperati e reimmessi in circolo.

La discarica invece è un posto dove vengono depositati, stoccati o fatti "morire" rifiuti urbani di cario tipo, anche umidi o scarti industriali, che non è stato possibile riciclare.

Curiosità: Una novità tutta milanese? RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), il container itinerante per i rifiuti elettrici ed elettronici che pare funzionare; ecco il video che ci fa capire di cosa si tratta e come funziona.

 

Leggi anche

Come evitare lo spreco d'acqua

> Re Tuna, il centro commerciale di prodotti riciclati


Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio