News

Il cucchiaino magico di Lidl

Lidl ha lanciato un particolare cucchiaino che promette di ridurre del 20% il consumo di zucchero. Un primo impegno della catena tedesca in vista di un piano salutista più ampio.

lidl-cucchiaino

Credit foto
©lidl

Il mese scorso la catena di supermercati Lidl ha commercializzato un cucchiaino salutista, finalizzato a far ridurre il consumo quotidiano di zucchero del venti per cento.

 

Attualmente il prodotto è disponibile nei soli punti vendita tedeschi ed è stato immesso nel mercato a seguito di una specifica campagna  pubblicitaria finalizzata ad aumentare la consapevolezza dei consumatori in riferimento ad un eccessivo consumo di zucchero e ai suoi potenziali danni per la salute. 

 

Com'è strutturato

Non stiamo parlando di false promesse o di magia. E alla base di questo nuovo prodotto, in realtà, non c’è nessuna tecnologia particolare: il cucchiaino, infatti, ha “solo” una forma diversa, più convessa. 

 

Questo perché al suo interno c’è una sorta di bolla centrale che permette di raccogliere una quantità inferiore di zucchero. Ma se a livello di percezione si pensa di consumare comunque un solo cucchiaino, di fatto il contenuto è oggettivamente meno.

 

Nel concreto, quindi, a ogni cucchiaiata questa posata solleva circa il venti per cento in meno di zucchero rispetto agli altri cucchiaini della sua dimensione, illudendo al tempo stesso il consumatore dal punto di vista ottico.

 

Un prodotto semplice e originale che, però, al momento è disponibile solo in Germania (non nei punti vendita italiani e neanche nel resto d’Europa). 

 

Cucchiaino Lidl, le finalità

Stando a quanto ha sostenuto la Lidl presentando l’iniziativa, questo particolare cucchiaino è una sorta di primo passo salutista. Tanto che il particolare dispositivo - almeno per il momento - viene dato in omaggio ai clienti tedeschi a fronte di una spesa minima di 25 euro o può essere acquistato ad 1 centesimo.

 

È volontà dell’azienda, tuttavia, proporre anche ulteriori prodotti e specifiche iniziative volte a ridurre non solo il consumo di zucchero, ma anche quello di sale e di acidi grassi saturi

 

Questo modificando gradualmente le abitudini di consumo quotidiano e le modalità di spesa familiare. E non è tutto. La catena di supermercati ha anche reso noto che si impegnerà concretamente fin da subito a
ridurre il contenuto medio di zucchero e sale aggiunto nei prodotti marchiati Lidl, prestando particolare attenzione a cibi e bevande che vengono consumati soprattutto dai bambini.   

 

Nel “mirino” ci sono, quindi, gelati, merendine, bibite, succhi di frutta, ma anche pane, pizze e snack

 

Obiettivo a termine

La catena tedesca si è posta come obiettivo finale quello di riuscire a ridurre del venti per cento lo zucchero e il sale contenuto nei propri alimenti monomarca entro il gennaio 2025. Per raggiungere tale traguardo, quindi, i cibi verranno modificati gradualmente, così da permettere al consumatore finale di adattarsi ai nuovi sapori.

 

Successivamente, inoltre, verranno ridotte anche le porzioni dei cibi ad elevato contenuto calorico. Di fatto, quindi, il cliente consumerà implicitamente quantità inferiori di zucchero e sale, beneficiando anche di un minor apporto calorico. E a ben vedere, dunque, la  commercializzazione del cucchiaino salutista è una sorta di prima mossa in questa particolare ottica di riduzione delle quantità. 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio