News

Il primo aeroporto americano che funziona a energia solare

Una prima importante pietra miliare nel campo della sostenibilità del trasporto aereo. A Chattanooga, Tennessee, nasce un progetto per il primo aeroporto alimentato totalmente a energia solare.

chattanooga-aeroporto

Credit foto
©FB Chattanooga Airport

Chattanooga, Tennessee

Chattanooga, Tennessee, un nome che ai più dice veramente poco ma che potrebbe rappresentare l’epicentro di una futura rivoluzione verde, o perlomeno un ottimo precedente in fatto di impiego delle energie rinnovabili

 

E’ infatti a Chattanooga, gemellata tra l’altro con la nostra Manfredonia, che possiamo trovare il primo aeroporto completamente ad energia solare. Si tratta di una città americana in costante sviluppo: nuovi ristoranti, nuovi bar, nuovi hotel e nuovi sistemi di mobilità pubblica con e-bike (circa 300 al momento) offerte ai cittadini, tra i quali numerosi student universitari. 

 

Ma il fiore all’occhiello dello sviluppo di Chattanooga rientra nel settore dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili, tutte concentrate nel nuovo progetto del Chattanooga Metropolitan Airport che, stando alle dichiarazioni, sarà 100% basato alimentato da energia solare.
 

L'aeroporto a energia pulita, un "grande" progetto

Si tratta di un ambizioso progetto orientate al verde, cominciato circa sette anni or sono, e nel quale sono stati investiti a suo tempo circa 5 milioni di dollari per un sistema di generazione di energia solare sino a 2.64 megawatt

 

Secondo quanto riportato, il territorio ricoperto di pannelli solari necessario per sostenere il Chattanooga Metropolitan Airport è grande quanto 16 campi da football. Niente male.  

 

I soldi investiti verranno recuperati in un periodo stimato attorno ai venti anni, considerato anche il risparmio sulle bollette che che abbasserà inoltre i prezzi dei biglietti aerei.  

 

Il parere dei progettisti

I responsabili dell’aeroporto e del progetto affermano che quello del lancio è stato un giorno memorabile nella storia di Chattanooga e rappresenterà un esempio inconfutabile per tutto il mondo orientato alla sostenibilità

 

I benefici non toccano solo l’aeroporto e i lavoratori ma l’intera comunità: gli aeroporti costituiscono infrastrutture estremamente costose ma anche altrettanto inquinanti. Ribaltare la prospettiva per renderli luoghi sostenibile corrisponderebbe a quel cambio di passo che anche l'attivista Greta Thunberg e i giovani dei Fridays for future auspicano.
 

Una speranza per il futuro

Entrando nei dettagli tecnici, la tecnologia impiegata per generare l’energia solare necessaria per far funzionare l’intero aeroporto andrà avanti per mezzo secolo senza bisogno di intense manutenzioni e, ovviamente, l’aeroporto continuerà a funzionare perfettamente anche di notte e durante i periodi invernali quando il sole sarà più debole. 

 

L'aeroporto di Chattanooga è relativamente piccolo, tuttavia questo primo esperimento trova il plauso di tutti, perché produrrà nel tempo feedback necessari a ulteriori sviluppi per aeroporti maggiori.  

 

Anche Forbes approva il progetto di Chattanooga e lo affianca ad altre storie di successo simili (come Apple, Amazon, Target, Walmart e Google per citarne alcuni) a confermare che quello dell’energia solare non è solo un campo di impegno sociale ma un interessante settore di business.
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio