News

Il museo Ghibli apre le porte ai tour virtuali

Il museo Ghibli, chiuso temporaneamente per il lockdown, apre virtualmente le sue porte e condivide su youtube dei frammenti della visita.

museo-ghibli

Credit foto
©coward_lion -123rf

L'iconico museo Ghibli  apre per la prima volta le porte da quando il lockdown l'ha costretto alla chiusura.
Il tour diventa virtuale, su youtube.

 

Un’occasione unica per i fan di Miyazaki&Co.: fino a questo momento, infatti la politica del museo ha sempre vietato agli ospiti di scattare fotografie o registrare video all’interno della struttura.  
 

Museo Ghibli a Mitaka

Il Museo Ghibli apre nel 2011 a Mitaka (nei pressi di Tokio) ed è dedicato alle opere dell’omonimo Studio di animazione giapponese Ghibli.


Fortemente voluto dal regista e fumettista giapponese Hayao Miyazaki, il museo ospita anche mostre permanenti dedicate alla realizzazione dei film, schizzi originali,  sale arredate magistralmente e mostre estemporanee che variano in base alle uscite cinematografiche dello Studio. 

Attualmente chiuso per il lockdown, il museo è una realtà molto apprezzata dai turisti: in periodi di normale apertura, infatti, per poter accedere alla struttura si deve prenotare il biglietto con diversi mesi di anticipo. 

Nella sala cinematografica interna al museo vengono proiettati corti d’animazione esclusivi.

Una riproduzione di Totoro e una del Gattobus (direttamente dal film Il Mio Vicino Totoro) oltre a una statua bronzea del robot di Laputa – Castello nel Cielo accompagnano i visitatori che fanno visita a questo luogo magico.

 

Una regolamentazione strettissima però vuole che all’interno del museo sia vietato fare video o foto. Va da sé che, di norma, anche online non siano disponibili immagini del museo.
 

Quattro video aprono le porte virtuali del museo

Il tour virtuale è iniziato il primo aprile e sarà disponibile fino alla fine della pandemia: pare che i video, a emergenza terminata, verranno rimossi.  

 

Nello specifico, ad oggi sono stati pubblicati quattro video. Il primo si sofferma sull’ingresso e sulla reception, dove la luce illumina il soffitto affrescato e filtra dalle vetrate che raffigurano varie scene di film dello Studio. Il secondo, invece, è dedicato alla mostra permanente Where a Film is Born che è allestita al primo piano del museo. 

 

Il terzo video è intitolato Night e permette ai visitatori di scoprire il museo in un’insolita versione notturna. Si legge, infatti, nelle didascalie: “Quando il sole tramonta, l’atmosfera del museo cambia completamente. Gli occhi del Gattobus brillano, come se venisse a prenderci. E la luce del vetro colorato si estende attraverso le pareti”.

 

Il quarto e ultimo video, invece, riprende la caratteristica e pittoresca zona café del Museo, con ampi e spaziosi tavoli in legno. 
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio