Articolo

Giornata Mondiale del Turismo: viaggiare senza barriere

Si festeggia il 27 settembre al Giornata Mondiale del Turismo con tanti eventi e luoghi d'arte e musei aperti appositamente. Vediamo insieme cosa accade in questa splendida giornata

Giornata Mondiale del Turismo: viaggiare senza barriere

Molti luoghi di interesse artistico e patrimonio culturale resteranno aperti per il 27 settembre, in occasione della Giornata Mondiale del Turismo (World Tourism Day). Ma perché proprio questa data?

Scopriamone le origini e le attività previste in questa ultima edizione.


Giornata Mondiale del Turismo: 27 settembre 

Il giorno si deve all'anniversario dell'adozione dello statuto dell'Organizzazione Mondiale del Turismo. L'edizione del 2015 luogo è stata ufficialmente celebrata nell’Africa Occidentale, in Burkina Faso, con il tema "Un miliardo di turisti, un miliardo di opportunità".

L'edizione di quest'anno invece avrà come centro di riferimento e nucleo delal celebrazione Bangkok, in Thailandia. Questo perché le celebrazioni ufficiali si svolgono a rotazione ogni anno in un paese differente membro dell'OMT.

La celebrazione è stata istituita nel 1970 e prosegue fino a oggi. Tantissime occasioni di vedere siti storici e di importanza e bellezza unica. Ad esempio, se prendiamo la nostra capitale, Roma, due dei gioielli nel cuore della città saranno visitabili: sarà infatti gratuito l’ingresso ai Musei Vaticani e alla Cappella Sistina (avvertiamo che la visita guidata di 2 h e 30 resta a pagamento, 16 euro circa, ci si prenota scrivendo una mail a info@laboratorio104.itlaboratorio104roma@gmail.com, specificando nell’oggetto ”musei vaticani” e nella email nome e cognome di chi prenota, numero di partecipanti e un recapito telefonico).

Molti altri siti artistici sono aperti in tutto il terrirotiro nazionale con sconti o prezzi agevolati o gratuità (consigliamo di consultare i siti dei comuni in questione). 

 

Perché la Giornata Mondiale del Turismo 

Ma per quale ragione l'essere umano ha sentito il bisogno di istituire una tale celebrazione? Prima di tutto per sollecitare il tema della possibilità di disporre del viaggio in sé.

Molte città non hanno strutture visitabili adeguate per portatori di handicap, ad esempio o anziani o bambini con problemi motori. Inoltre la celebrazione è una vera e propria riflessione sui benefici che si traggono dal poter viaggiare, su come la globalizzazione abbia anche portato a uno scambio che fornisce ricchezza umana, spirituale.

Ci sono modalità di viaggiare che si stanno diffondendo e sono in grande accordo con l'ambiente, come ad esempio il recupero massivo dell'abitudine di camminare. L'escursionismo non viene considerato un'attività sportiva ma richiede comunque un buon allenamento e un ripristino benefico di quei ritmi naturali che forse con la vita sedentaria e cittadina tendiamo a perdere.  

Il sito ufficiale delle Nazioni Unite riporta per l'occasione dati aggiornati al 2016. Il turismo internazionale cresciuto del 4.6 % nel 2015 e ha generato un ricavo di 1.5 trilioni in US$ nell'export. Sono dati importanti, se si considera la paura di viaggiare che potrebbe colpire dopo recenti attentati terroristici in Europa e non solo.

Molta gente non fa il gioco della paura e continua a viaggiare, muoversi, conoscere. È questo è di vitale importanza per non chiudere il cuore, restare a contatto on se stessi e con la natura. 

 

Cosa si intende per turismo responsabile?

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio