Articolo

La colazione tipica dell'India

L'India non dorme mai, c'è sempre qualcuno che lavora, che vaga, che prega, che salmodia. Tuttavia la mattina è per tutti il momento di preparare il corpo ad un nuovo giorno e la colazione indiana predispone al clima e ai ritmi del luogo. Scopriamo come

La colazione tipica dell'India

Tutte le discipline che toccano il corpo ci dicono che la sua salute si basa su abitudini regolari, che a loro volta si basano su un insieme di condizioni e input come il clima, i cibi disponibili, gli imprinting culturali ecc.

La colazione è il primo pasto della giornata ed è estremamente variabile girando per il mondo proprio perché nel mondo si trovano condizioni estremamente diverse.

Scopriamo la colazione tipica indiana.

 

Abitudini indiane e cosa si mangia a colazione

Se escludiamo i territori remoti ed estremi come le zone montuose del nord, le più alte al mondo, i deserti nordoccidentali e alcune isole lontane dal subcontinente, l’India mantiene bene o male alcune caratteristiche comuni benché variabili: clima subtropicale caldo e umido, megadiversità, tendenza al vegetarianesimo, amore quasi devozionale per il latte e i derivati, utilizzati infatti nei rituali induisti.

Viaggiando per l’India scopriremo che la colazione prende pochissimi minuti, come se non esistesse neanche, ed è spesso frammentata e intervallata.

Anzitutto non prevede il gusto dolce ma si basa sul salato e sul caldo. Si trovano spesso i vadai e gli idli, ciambelle salate di farina con legumi o pagnotte spugnose di riso fermentato, mangiati assieme a chutney piccanti, spesso di cocco, di pomodoro e di menta: il chutney al cocco integra molti minerali, quello alla menta lascia una buona sensazione e spodesta il cattivo alito dopo una notte di sonno.

I motivi alla base di questa scelta sono evidenti: mangiare caldo e piccante riduce la sudorazione e la percezione del caldo, preparando così il corpo a sopportare il clima subtropicale. Vadai e Idli prendono tempo per essere digeriti, rimandando così lo stimolo della fame fino a pranzo.

Da bere? Il chai è la prima scelta: si tratta di una specie di té speziato (le spezie variano a seconda della stagione) preparato nel latte invece che nell’acqua; viene anch’esso servito bollente per ridurre la tendenza a perdere liquidi tramite la sudorazione, è estremamente piacevole ed economico, qualcosa come 10 centesimi di euro o anche meno.

Altre scelte per colazione sono l’uttapam, una sorta di crepes molle di farina di legumi, spesso condita con molta cipolla, il dosa, molto simile ma croccante e ben cotto, e il puri, farina fritta e piena di aria.

Tutti questi vengono accompagnati da chutney, sambar e altre salse, talvolta con dei masala di patate; il loro scopo è di riempire la pancia fino a pranzo, sono colazioni nutrienti ma pesanti.

Normalmente invece si preferisce fare una colazione più leggera, per poi bere e mangiare di nuovo una o due volte prima del pranzo a base di riso, verdure e legumi.

 

Cucina indiana: 3 ricette tipiche, semplici e salutari

colazione indiana chai

 

Il valore delle spezie nella colazione indiana

Tutte le spezie, che troviamo sia nell’accompagnamento ai cibi che nel té o nel chai, sono un toccasana per la salute, un continuo e costante rinforzo al sistema immunitario che in un ambiente poco igenico come l’India deve essere sempre tirato a lustro e mantenuto più che efficiente.

 

E il dolce?

Ma riusciamo a trovare un po' di dolcezza nella colazione indiana? Certo, e viene dalla frutta: banana, papaya, mango, ananas, cocco, chikoo, anguria, frutto della passione, jackfruit, guava, e molti altri frutti facili da comprare nei mercati, sono stuzzicanti alimenti della mattinata Indiana.

Mentre si cammina per strada tra una faccenda e l'altra, mentre ci si riposa all’ombra di un albero, presso un tempio, seduti su una roccia nel verde o su una spiaggia o nella stanza della propria guest house, la frutta è sempre una delle migliori opportunità.

 

Novità dalla globalizzazione

Non dobbiamo dimenticarci di essere alle soglie del 2020, in piena globalizzazione, e la nuova “open-minded generation” non disdegna croissant, cappuccino o caffé espresso, con pane e cioccolata e pudding. Tutto il mondo è paese.

 

Per approfondire:

> Cucina indiana del Nord: consigli e come orientarsi

> Cucina indiana del Centro: consigli e come orientarsi

> Cucina indiana del Sud: consigli e come orientarsi

> Colazione in vacanza, quali cibi preferire al mare

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio