Articolo

Kravfit, quando fitness e arti marziali si uniscono

Quando fitness, arti marziali e dance si uniscono si combina un allenamento cardiovascolare meraviglioso, che si chiama Kravfit e permette di tonificare muscoli e raggiungere flessibilità muscolare

Kravfit, quando fitness e arti marziali si uniscono

Il Kravfit ha come obiettivo principale quello di far lavorare il corpo con un’alta intensità cardiovascolare, tanta tonificazione muscolare e flessibilità articolare, nonché abituarlo a reagire in modo automaticamente difensivo.

C'è la musica, ci sono coreografie, c'è il combattimento e al tusso si unisce il divertimento!

 

Cos'è il Kravfit e le sue origini

È un programma di fitness musicale, caratterizzato da coreografie che prevedono sequenze di passi ispirati ai movimenti naturali ed istintivi delle tecniche di Krav Maga (una sintesi armonica di tecniche derivate dalle arti marziali, da sistemi di lotta a mani nude e dal sistema di close combat).

Si pratica un'arte marziale in un modo funzionale anche al benessere personale: i movimenti sono divertenti, fluidi ma esplosivi perché sapientemente coreografati e accompagnati da una musica inedita capace di caricare e motivare il praticante in modo da fargli dimenticare lo sforzo fisico divertendosi, con il conseguente alto consumo calorico, il miglioramento dell’equilibrio e della coordinazione e l’aumento della capacità reattivo-difensiva. Si perde peso, ci si tonifica. 

 

Esercizi del Kravfit 

Gli esercizi del Kravfit (guarda il video infondo alla pagina) sono una combinazione di addominali, esercizi con colpitori, sequenze con uso dei guantoni, trazioni, piegamenti. Se volete avere più chiare alcune delle applicazioni nella vita quotidiana del Krav Maga ecco un video tutto francese, pieno di dettagli, ben girato e anche divertente. Esistono anche esercizi di rafforzamento specifici, che sono anche di preparazione alle esecuzioni con la musica.

Esistono in rete esercizi base di Krav Maga per neutralizzare l'avversari e togliere all'aggressore un'arma come può essere un coltello o un pugnale o una bottiglia rotta.Si può condurre anche uno studio specifico sui punti di pressione. Visto che l'allenamento del Kravfit ne prevede molti, consigliamo di imparare a fare gli addominali in modo corretto.

 

Benefici del Kravfit 

Si suda, si eliminano emozioni negative, ci si diverte. Il Krav Maga sotto il profilo allenante è molto forte; di fatto, si tratta della tecnica di autodifesa usata dai reparti specialisti militari israeliani.

Dal punto di vista psicologico, ci si rafforza e non poco. La componente offensiva è determinante, quel che si prevede è l'attacco dell'altro. Non si punta quindi sulla difesa come in altre arti marziali, ad esempio le dolci interne cinesi o l'aikido, ma ci si mette nella condizione di aggredire, esporsi e rendere inoffensivo chi si ha di fronte, neutralizzarlo.

Braccia, spalle, gambe, grazie ai tanti piegamenti e combinazioni di boxe, vengono fortificati in modo intenso. C'è anche un guadagno per le donne in termini di tecniche di autodifesa che possono sempre tornare utili e con cui prendere familiarità in modo graduale.

Questa disciplina consente di sviluppare tutti i gruppi muscolari, dando loro forza e tonicità. Migliora la flessibilità di tendini e legamenti e aiuta ad aumentare la resistenza, giovando così all’apparato cardiocircolatorio.

Si guadagna anche in termini di autostima e tutto il versante più rabbioso, quello più legato allo sfogo viene meno. In sintesi, l'arte marziale diventa fitness. A lezione si bruciano circa 500 calorie.

 

Piloxing un altro ibrido tra danza, box e pilates

 

Ecco nel video alcuni esercizi di kravfit:

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio