Articolo

Functional training: tecnica e benefici

Cosa si intende per functional training? Qual è il suo scopo e quali i suoi benefici? In che modo potenziare i muscoli può essere utile per migliorare i nostri gesti e movimenti quotidiani? Ecco tutto quello che ti serve sapere sull’allenamento funzionale.

functional-training

Credit foto
©gstockstudio / 123rf.com

 

Cos'è il Functional Training?

Il functional training, o allenamento funzionale, è un modello di allenamento che sta prendendo sempre più piede nelle palestre, ma anche nella preparazione atletica di sportivi professionisti e in ambito riabilitativo.

 

È un allenamento che interessa il corpo a 360°, con esercizi multiarticolari svolti su tutti gli assi e i piani dello spazio, e che si può adattare a tutti, dalla persona molto sportiva a chi è più sedentario.

 

Il functional fitness propone un lavoro a corpo libero o con piccoli attrezzi e aiuta a migliorare l’interazione con l’ambiente, sviluppando contemporaneamente:

  • forza
  • potenza
  • velocità
  • agilità
  • coordinazione
  • equilibrio

 

A cosa serve il Functional Training

A partire dalla definizione di allenamento funzionale, è chiaro quale sia il suo principale scopo: a differenza dei normali workout, l’accento è sulla funzionalità degli esercizi proposti, che vengono pensati per preparare il corpo alle sfide che si trova ad affrontare nelle sue azioni quotidiane: che si tratti di piegarsi per sollevare un peso o le buste della spesa, di correre al parco o per raggiungere l’autobus, di saltare sopra un box o per evitare un ostacolo, di girarsi per entrare in retromarcia nel parcheggio oppure di lanciare una pallina al proprio cane.

 

L’intento è quello di rendere ogni movimento sempre più efficace ed efficiente, in modo che la ripetizione dello stesso “condizioni” il corpo a compiere la stessa azione nel modo più economico, sicuro e funzionale possibile.

 

Come funziona il Functional Training

L’allenamento functional training insegna al corpo a lavorare come un’unità e allena diversi gruppi muscolari contemporaneamente senza concentrarsi solo su uno specifico distretto, in modo da abituarlo a fare affidamento sull’integrazione delle parti.

 

Di fondamentale importanza è quindi il rinforzo del core, ossia l’insieme dei muscoli profondi deputati a stabilizzare il tronco e il bacino e a mettere in relazione la parte inferiore e quella superiore del corpo, da cui ha origine il movimento.

 

I principali esercizi del Functional training

Gli esercizi di functional training, a differenza di quelli svolti con i tipici macchinari da palestra, promuovono il recupero e lo sviluppo degli schemi motori di base e dei movimenti fondamentali che l’uomo ha sviluppato nel corso della sua evoluzione, quando l’unico e principale “attrezzo” era il suo stesso corpo:

  • squatting (accovacciarsi)
  • bending (piegarsi)
  • lunging (fare un affondo)
  • pushing (spingere)
  • pulling (tirare) 
  • rolling & twisting (rotolare e ruotare)
  • gait (camminare, correre, strisciare)

 

Quali sono i benefici e i vantaggi dell'allenamento funzionale

I benefici dell’allenamento funzionale sono molteplici e, dal momento che gli esercizi sono sempre diversi e possono diventare progressivamente più intensi, interessano il corpo sia dal punto di vista fisico che mentale. Se svolto nella maniera corretta, il functional training può:

  • rafforzare il corpo nella sua totalità
  • aumentare la massa muscolare
  • stabilizzare il core e la generale stabilità del corpo
  • migliorare la postura
  • tonificare i muscoli
  • aiutare a prevenire gli infortuni
  • proteggere le articolazioni
  • incrementare la propriocezione e la consapevolezza
  • stimolare la reattività
  • sfidare l’equilibrio e la coordinazione
  • intensificare la capacità cardio-respiratoria
  • favorire il dimagrimento e il consumo di calorie
  • offrire una valvola di sfogo per liberarsi dallo stress
  • vincere la monotonia di allenamenti ripetitivi e poco stimolanti
  • preparare a sfide sempre nuove e quindi infondere determinazione, sicurezza e coraggio

 

Quante calorie si bruciano con l'allenamento funzionale  

Siccome coinvolge il corpo nella sua complessità, senza agire solo su pochi muscoli alla volta, l’allenamento funzionale consente di ottenere in poco tempo una generale e piacevole armonia corporea.

 

Soprattutto nelle sue varianti più intense, come gli allenamenti cosiddetti interval training (fra cui SIT, HIIT, MIIT, Tabata o Fartlek), il Functional Training innalza il metabolismo e può aiutare a bruciare molte calorie (400-600 calorie in media), garantendo un elevato dispendio calorico a chi si avvicina a questa attività con il desiderio di dimagrire o di tonificare il corpo, ma va sempre affiancato a un regime alimentare corretto e uno stile di vita sano.

 

Attrezzi per il Functional Training

Il corpo è senza dubbio l’attrezzo più completo, sicuro e stimolante che tutti possono avere a disposizione per cominciare ad allenarsi. In seguito, per variare gli esercizi o intensificarne gradualmente la difficoltà, esistono numerosi attrezzi che si possono impiegare a diversi scopi, fra cui:

  • kettlebell
  • fitball
  • palle mediche
  • funi e corde per saltare
  • bande elastiche
  • sandbag
  • tavolette propriocettive
  • sliders
  • bilancieri e manubri
  • TRX
  • foam roller

 

A differenza dei normali workout che prevedono l’utilizzo di macchine isotoniche e attrezzature per il cardio fitness, gli allenamenti di Functional Training si possono quindi svolgere ovunque, in palestra, all’aperto oppure in casa, e senza il bisogno di fare grossi investimenti.

 

Scopri il caisthenics, un particolare allenamento funzionale

 

Per approfondire:

> Muscoli, disturbi e rimedi naturali

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio