Articolo

Lampade di sale: fanno davvero bene?

Tra chi grida all'ennesima bufala e chi invece ne percepisce i benefici effetti, ebbene, sembrerebbe proprio di sì: le lampade di sale, ionizzando negativamente l'aria, contribuirebbero a rendere più salubri gli ambienti, ecco come funzionano.

Lampade di sale: fanno davvero bene?

Lampade di sale rosa dall'Himalaya

Le lampade di sale sono note e commercializzate da molti anni e sono costituite da blocchi di sale rosa dell’Himalaya, veri e propri cristalli di varia forma e dimensione, che, grazie al contatto con l’aria, alla luce e al calore, sono in grado di rilasciare nell’ambiente ioni negativi in grado di rendere più salubre l’ambiente in cui si vive, ionizzandolo. 

Secondo ricerche scientifiche riportate da WebMD, vari studi condotti in Gran Bretagna (Cambridge University) e anche presso l'Università di Wesleyan (USA), un ambiente, per essere “sano”  è bene che contenga un certo numero di ioni negativi, cosa che viene meno in ambienti chiusi o in presenza di varie fonti di inquinamento, come quello elettromagnetico proveniente da computer, impianti hi-fi o televisioni.


> Acquista le lampade di sale sul nostro shop!

 

Come funziona la lampada di sale

Gli scompensi che vengono causati nell’ambiente possono creare malesseri nell’individuo, come emicranie, stanchezza, spossatezza.

Mentre i benefici si traggono per contrastare allergie, per incrementare il rendimento fisico e mentale, per allontanare la depressione, migliorando vitalità e condizione di salute. Il sistema immunitario ne trae giovamento e i batteri restano lontano. 

La lampada di sale funziona in modo molto semplice: si accende e, attraverso il calore di una lampadina o di una candela - questo dipende dal tipo di lampada che si sceglie - si liberano nell’aria ioni negativi in grande quantità, che restituiscono all’ambiente ciò che aveva perso. 

Il colore emesso da queste lampade di puro e antichissimo salgemma è di un arancione rosato, molto caldo, soffuso ed elegante, salutato positivamente anche dalla cromoterapia; queste lampade si adattano molto bene ad ogni stanza e sono particolarmente consigliate nelle camere da letto, anche perché il sale contribuisce ad eliminare eventuale umidità in eccesso, assorbendola.

Non solo: in ufficio, dove spesso computer e strumenti elettronici “inquinano” l’aria, sono le benvenute.

Unico consiglio: bisogna tenere un piattino di ceramica o legno alla base perché potrebbero “sudare”, quindi perdere acqua, rovinando mobili o superfici delicate. 

 

Lampade al sale, breve guida per gli acquisti

Di lampade al sale ne esistono davvero tantissime, di varie forme e dimensioni. Il prezzo varia da 5 euro, per le piccole lampade-porta candela, alle 70/100 euro per i bracieri più grandi e decorativi. Il peso varia ugualmente: dai 273 kg, si arriva fino ai 50 kg e oltre.

Si possono acquistare in negozi e market dedicati alla vita naturale, al benessere e all’ecologia, ma anche via internet, in cui è possibile trovare moltissimi importatori. Uno dei principali esportatori è il Pakistan.

Ovviamente bisogna sempre prestare attenzione e controllare bene ciò che si acquista

Curiosità: inseguendo i temporali si trovano gli ioni benefici!

Gli ioni negativi sono infatti prodotti in natura da temporali - ecco forse perché alcune persone sentono e percepiscono quella certa “elettricità” benefica che c’è nell’aria appena prima di un temporale! - dalle piante, dall’acqua che scorre, come nel caso di cascate, fiumi, ruscelli di montagna o mare. 


Leggi anche Litoterapia, descrizione e utilizzo >>