Articolo

Bambini e arti marziali: perché sceglierle?

Tutti bambini hanno bisogno di fare attività fisica e le arti marziali sono molto indicate per svariati motivi. Andiamo a scoprire perché scegliere le arti marziali per i nostri bambini

Bambini e arti marziali: perché sceglierle?

Da sempre le arti marziali sono state insegnate ai bambini fin dalla tenera età con ottimi risultati sotto vari aspetti.

Spesso esiste l'infondato timore che tali discipline possano creare attitudini violente, ma i dati statistici dimostrano l'esatto opposto: attraverso l'aspetto ludico e il rispetto delle fasi di sviluppo fisico in base all'età, numerose attitudini positive si istaurano nella personalità dei bambini che praticano arti marziali. Ecco le più importanti.

 

Le arti marziali educano il bambino all'autodisciplina

Al giorno d’oggi molti bambini sono abituati ad avere gratificazioni immediate e a non conoscere la cultura del lavoro. Crescono credendo che basti premere un pulsate per ottenere quello che vogliono o che sia sufficiente aprire il frigo per trovarlo pieno di cibo.

Tramite le arti marziali i bambini comprendono che le vere gratificazioni derivano dall’impegno costante e dal lavoro, e che non si ottengono risultati stando seduti su un divano né impietosendo o ricattando i genitori.

 

Leggi anche Arti marziali, quali sono e come scegliere >>

 

Le arti marziali favoriscono la socializzazione

Molti bambini con problemi a socializzare tendono ad istaurare più facilmente rapporti in un ambiente come la palestra di arti marziali.

In essa, i bambini riescono a mettere da parte le differenze caratteriali, le diversità di gusti e le comitive di provenienza - le prime barriere nella vita quotidiana - focalizzandosi sul comune interesse per l’arte marziale.

 

Le arti marziali sono un'attività fisica stimolante

I dati sulla forma fisica dei bambini sono molto scoraggianti: cattiva alimentazione, posture sbagliate, sedentarietà, sovrappeso.

Limitare le ore di computer e televisione non è sufficiente, è importante non solo scoraggiare uno stile di vita eccessivamente sedentario ma anche stimolare i bambini a scegliere un’attività fisica che li entusiasmi, che trovino interessante, e che li ispiri. Le arti marziali si adattano bene a questo tipo di richieste.

 

Approfondisci la valenza educativa delle arti marziali per i giovani

 

Le arti marziali aiutano il raggiungimento degli obiettivi

Praticando arti marziali il bambino impara a pianificare gli obiettivi, prefigurando il lavoro necessario e abituandosi all’idea che i risultati non sono dispensati dal caso o dal destino e non piovono dal cielo ma derivano dall’impegno e sono alla portata di chiunque accetti di lavorare per realizzarli.

I programmi sportivi e il sistema delle cinture aiuta i bambini in questa direzione, insegnando loro a porsi obiettivi e a misurarsi col lavoro necessario a raggiungerli.

 

Donne e arti marziali: 10 motivi per praticarle

 

Le arti marziali aumentano l'autostima

Il lavoro porta ai risultati e i risultati producono stima di sé. Ad ogni piccolo passo in avanti e ad ogni tecnica padroneggiata il bambino acquisisce automaticamente autostima capendo che può farcela da solo e che per la propria crescita non dipende in modo passivo dagli altri.

Ragazzi con una bassa autostima che cominciano a praticare arti marziali sviluppano questa qualità in modo sistematico.

 

Le arti marziali infondono il senso del rispetto

Per imparare le arti marziali è indispensabile sviluppare il senso del rispetto, anzitutto verso il Maestro e il luogo di allenamento. Spesso i bambini hanno difficoltà a rispettare gli adulti e a rapportarsi con l’autorevolezza degli istruttori.

Nelle arti marziali scopriranno che i risultati della propria crescita dipenderanno molto dalla capacità di portare rispetto e di riconoscere l’autorevolezza senza averne paura o volerla impressionare.

 

Arti marziali: quale scegliere?

 

Le arti marziali sono una soluzione non violenta dei conflitti

Chi pratica le arti marziali sa che esse sono molto differenti da quanto si vede nei film e impara che la loro pratica in un contesto reale è da applicarsi solo in casi estremi. La pratica marziale induce alla consapevolezza che aiuta a controllarsi nei momenti di paura, di rabbia, di agitazione.

 

Le arti marziali promuovono l'ascolto

Affinché un bambino prosegua nel suo cammino marziale è indispensabile che impari ad ascoltare gli insegnamenti del Maestro. Bambini che hanno carenze da questo punto di vista tendono a sviluppare la capacità di ascolto bilanciandola in modo sano con il bisogno di esprimersi.

 

Le arti marziali sviluppano la resilienza

La pratica marziale tende a sviluppare nei bambini la resilienza. Conoscere il potenziale delle tecniche marziali ed allenarsi al combattimento in un ambiente sicuro dà la misura di quanto sia importante non esagerare e non sopraffare gli altri ma sviluppa anche la forza interiore per non farsi mettere i piedi in testa e vivere subendo passivamente, specie in casi estremi come il bullismo e il nonnismo.

 

Insegnare un'arte marziale

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio