Articolo

Calli, rimedi e consigli naturali

I calli sono ispessimenti che tutti quanti abbiamo. Si formano sui piedi, tra le dita, sul palmo delle mani: originano da sfregamenti meccanici con elementi esterni. Possiamo attenuarne la formazione con semplici rimedi naturali

Calli, rimedi e consigli naturali

Quando parliamo di calli generalmente pensiamo ai nostri piedi e alla sensazione di dolore che proviamo quando questi ispessimenti si formano in aree di appoggio importanti. Ma di cosa si tratta esattamente?

I nostri piedi in scarpe strette, o con tacchi alti, sono spesso costretti a posture innaturali con una distribuzione del peso sbilanciata; oppure, alcune aree, anche delle mani, sono soggette a sfregamenti ripetuti o pressioni: in questi casi si possono manifestare ispessimenti laddove siamo soliti entrare in contatto con “strumenti” di uso quotidiano: spazzolone delle pulizie, matite, calzature, strumenti musicali a corda, tanto per citare casi classici.

Questa reazione della cute è una forma di protezione per evitare di danneggiare gli strati più profondi.

Purtroppo però alcune forme di callosità se non curate appropriatamente si approfondiscono nella pelle e possono causare molto dolore, soprattutto sopra e tra le dita dei piedi.

Vediamo qualche rimedio per intervenire anche preventivamente.

 

Pediluvi per ammorbidire i calli

Chi soffre di callosità e duroni ai piedi sicuramente ha anche difficoltà di postura, il circolo è vizioso! Infatti quando non appoggiamo il nostro corpo in maniera equilibrata sulle nostre radici, i piedi appunto, alcune aree compensano la postura errata e la formazione di calli è spesso la diretta conseguenza.

Se i calli poi provocano dolore la postura si modifica ulteriormente per attenuare il disturbo ai piedi.

È importante considerare anche la circolazione periferica, spesso piedi freddi, con stasi anche linfatica sono maggiormente soggetti a ipercheratosi, se costretti in calzature non adatte e sottoposti a sfregamenti continui.

La prima abitudine da introdurre è il pediluvio serale. Spesso viene fatto utilizzando una bacinella d’acqua calda e un detergente tout-court. In realtà in questi casi è necessario un pediluvio medicato che aiuti ad ammorbidire la pelle, a disinfettarla e a favorire la microcircolazione.

 

Come fare il pediluvio serale

Procuriamoci quindi 2 bacinelle, una di acqua molto calda e una di acqua fredda. Immergiamo i piedi in quella calda, aggiungiamo mezzo bicchiere d’aceto e un cucchiaio di sale grosso.

Questa semplice miscela casalinga serve ad ammorbidire gli ispessimenti e disinfettare il piede. Lasciamo i piedi in immersione per circa 7/10 minuti e poi immergiamoli nella bacinella di acqua fredda.

Questo passaggio consente la vasocostrizione periferica, attraverso la quale viene trattenuto all’interno il calore assorbito con il pediluvio caldo.  Dotiamoci di pietra pomice e lavoriamo le callosità con pazienza. La pelle si è nel frattempo ammorbidita e può essere trattata con maggiore facilità.

 

Edera per contrastare i calli

Conosciamo tutti l’edera, un rampicante utilizzato spesso per abbellire pareti esterne delle case. Riesce ad attaccarsi ai muri e a crescere senza bisogno di supporti.

L’Hedera helix è ricca di sali minerali e di ossalati di calcio, di acido caffeico e saponine. In fitoterapia è utilizzata per contrastare la cellulite e smuovere la stasi venosa.

Vanta infatti proprietà astringenti, antimicrobiche, vasocostrittrici, cicatrizzanti e favorisce l’elasticità della pelle.

Per esfoliare i calli in profondità dobbiamo preparare un macerato di foglie d’edera in aceto.

Devono rimanere in macerazione per circa 12 ore, poi vanno applicate sui calli e fermate con una fasciature.

EÈ un rimedio che possiamo applicare alla sera e lasciare tutta la notte. L’edera così ammorbidisce il callo che può essere poi rimosso con facilità.

 

Gel d’aloe vera e olio essenziale di lavanda per i calli

Se di notte utilizziamo l’edera, di giorno passiamo al gel d’aloe vera. Dopo la detersione applichiamo una noce di gel nella quale avremo disciolto 3 gocce di olio essenziale di lavanda, su tutti i piedi con particolare insistenza sulle zone callose. Massaggiamo fino a totale assorbimento del rimedio.

L’aloe vera è ricca di vitamina E, utile per nutrire la pelle, aiutare la corretta formazione epiteliale. Ammorbidisce la parte ispessita, lenisce da arrossamenti, decongestiona.

L'olio essenziale di lavanda ne potenzia l’effetto con un’azione antibatterica, antifungina, analgesica e cicatrizzante.

 

3 creme naturali fai da te per i piedi


Per approfondire:

> Piedi, disturbi e tutti i rimedi

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio