Articolo

Il dosha Pitta

Le parole chiave del dosha pitta sono caldo, oleoso e irritabile.

Il dosha Pitta

Le qualità predominanti di pitta

Le persone pitta sono di altezza e corporatura media con struttura ossea e massa muscolare ben formata. Pelle soffice ed oleosa, chiara, ricca di lentiggini e nei, si arrossa facilmente al sole e hanno tendenza a soffrire di eruzioni cutanee.

Capelli dritti, chiari, di colore rosso, biondo o bruno con tendenza a prematura perdita e imbiancamento. Occhi acuti, grigi, verdi o bruno-ramati.

Metabolismo forte e buona digestione. Tendenza alla sudorazione eccessiva, mal sopportano il caldo, la luce solare e il lavoro duro. Producono molta urina e feci molli ed abbondanti. Sonno di media durata ma ininterrotto.

Psicologicamente hanno grande intelligenza, buona capacità di comprensione e discriminazione. Portati naturalmente al comando hanno un forte spirito competitivo, sono ambiziosi, amano la prosperità, gli agi, le cose lussuose che esibiscono con piacere.

Avendo una natura focosa, quando sono messi sotto pressione, tendono a essere aggressivi, critici, polemici e possono anche essere distruttivi.

 

Leggi anche Conoscere e riconoscere Pitta >>
 

L’energia Pitta è composta dagli elementi Fuoco e Acqua, corrisponde al metabolismo corporeo. Governa la generazione e la conservazione del calore corporeo, la digestione, il metabolismo, l’intelligenza.

Le qualità di Pitta sono caldo, leggero, penetrante, liscio, fluido, leggermente untuoso. La sede principale dell’energia Pitta è l’intestino tenue.

Un aumento di Pitta può portare a cattiva digestione, temperatura corporea irregolare, eccessiva traspirazione, indebolimento della vista, disturbi cutanei, intestino irritabile, diarrea, ansia e irascibilità.

La diminuzione di Pitta porta a una diminuzione generale delle funzioni metaboliche del corpo. Esistono cinque tipi di Pitta localizzati in varie parti del corpo:

> Pachaka (stomaco, duodeno, intestino tenue);
> Alochaka (occhi);
> Ranjaka (fegato, milza e stomaco);
> Bhrajaka (pelle);
> Sadhaka (cuore);
> Alochaka (occhi);
> Ranjaka (fegato, milza e stomaco);
> Bhrajaka (pelle);> Sadhaka (cuore).

 

Leggi anche Praktiri, la costituzione dell'ayurveda >>

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio