Articolo

Sos tatuaggi solari

Tatuaggi solari, un'"arte" diffusasi grazie ai social network che mette a rischio la salute della pelle. Conosciamola meglio per proteggere noi e i nostri cari: soprattutto gli adolescenti sono le prede più facili di queste mode virali

Sos tatuaggi solari

Il sole è un nostro amico: fa bene al corpo e migliora l’umore. Come tutti gli amici però, anche i più cari, è importante sapere come prenderlo e conoscerne pregi e difetti per non rischiare di soffrire amaramente.

Ogni anno giornali e tv ci ricordano le elementari regole di approccio ai raggi solari, ma ogni stagione è foriera di nuove mode, talvolta stupide.

Questa estate ha visto il boom dei tatuaggi solari, grazie anche al contributo del social network. Capiamo cosa sono e, soprattutto, comprendiamone i rischi!

 

Cosa sono i tatuaggi solari?

I tatuaggi solari sono una discutibile deriva dei tatuaggi classici. “Discutibile” non per uno stantio inno al decoro, ma perché possono rappresentare un rischio per la nostra salute.

Nata negli States, la sunburnArt (così è chiamata questa nuova moda) consiste sostanzialmente in disegni impressi sul corpo a suon di scottature solari grazie all’uso di adesivi o, di converso, alla mancata applicazione della crema solare lungo i contorni dell’immagine che si vuole ricreare.

Se pensate che sia solo una bravata innocua, vi invitiamo a riconsiderare il vostro giudizio: come ogni esposizione al sole non controllata e prolungata, anche questa cosiddetta “arte” espone non solo all’invecchiamento precoce, ma anche all’insorgere di patologie ben più serie.

A far suonare il campanello di allarme basterebbe il buonsenso, ma, se non è sufficiente; ecco allora parole di Barney Kenet, dermatologo newyorkese, intervistato sull’argomento dalla Abc: “È evidente che le scottature fanno due cose: lasciano segni, lentiggini e rughe e possono provocare anche il cancro della pelle, in particolare il melanoma". Inoltre con i tatuaggi solari "C'è una motivazione per prendersi una bella scottatura che spinge le persone a bruciarsi ancora di più”.

Ancora, queste le parole di Deborah S. Sarnoff, vicepresidente della Skin Cancer Foundation: “La Skin Cancer Foundation consiglia vivamente di evitare le scottature a tutti i costi. Le bruciature non sono solo dolorose, ma anche pericolose, e determinano gravi conseguenze. Le scottature solari danneggiano il Dna dell'epidermide, accelerano l'invecchiamento della pelle e aumentano il rischio di cancro. In particolare, subire cinque o più scottature in gioventù aumenta dell'80% le possibilità di sviluppare un melanoma nel corso della vita. In media, il pericolo che una persona venga colpita da cancro epidermico raddoppia se ha avuto più di cinque scottature”.


Leggi anche Cosa contiene l'inchiostro dei tatuaggi >>

 

Protezioni solari sempre nella borsa per il mare!

I tatuaggi solari sono una moda sciocca e soprattutto pericolosa per la nostra salute. È poco saggio coccolare tutto l’anno la pelle con creme costose e poi maltrattarla così intensamente con i raggi solari.

Di protezioni ne esistono di ogni tipo: economiche e non, eco-bio, di marche famose come anonime, a crema o a spray. Scegliete quella più adatta per il vostro fototipo e, soprattutto, usatela correttamente!

 

Eritemi, come curarli?

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio