Articolo

Nervo sciatico infiammato: i sintomi

Quando ci si lamenta della cosiddetta sciatica si sta in realtà soffrendo per un'infiammazione al nervo sciatico che può avere varie origini e cause. Vediamo da vicino come riconoscerne i sintomi

Nervo sciatico infiammato: i sintomi

Quando si soffre per un'infiammazione al nervo sciatico il dolore che si prova può investire più punti lungo tutta questa estesa linea.

Scopriamo i sintomi di questo disturbo.

 

I sintomi dell'infiammazione al nervo sciatico 

I sintomi possono essere molto variabili a seconda che sussista ernia al disco e che si sommino altri dolori localizzati a livello lombare, ad esempio.

Quel che fa la differenza è la radice nervosa interessata e, in caso di ernia, ovviamente l'entità della compressione che viene esercitata. L'insieme di questi dolori prende il nome di sciatica nel suo complesso o meglio detta sciatalgia.

Sicuramente il sinotmo principe è il dolore lombare connesso a un certo disagio lungo tutto l'arto inferiore, spesso sino all'alluce. Si possono collegare una serie di disturbi come formicolio, sensazione di bruciore, pulsazione dolorosa, sensibilità estrema a livello della radice nervosa. Al bruciore acuto si può accostare anche un dolore aghiforme o un formicolio costante.

A volte si ha la sensazione che il ginocchio dell'arto inferiore interessato ceda, perda forza; di solito questo si connette a una riduzione notevole della forza dei muscoli della loggia posteriore della gamba e accade soprattutto in caso di compressione forte a livello della seconda o della terza vertebra lombare. 

Quando invece la compressione interessa le radici a livello della quarta e della quinta vertebra lombare si ha difficoltà a camminare sui talloni e fare forza su essi per ridotta capacità dei muscoli che solelvano la punta del piede e delle dita.

Se la compresisone è a livello della prima sacrale si ha invece difficoltà a camminare in punta di piedi. 

 

I vari tipi di lombalgia e le terapie per curarle

 

Conoscere il nervo sciatico 

Si deve considerare che il nervo sciatico è il più lungo del corpo umano: parte dal midollo spinale, attraversa le natiche, prosegue fino in fondo ala parte inferiore delle cosce e sino alle gambe.

C'è da considerare che i sintomi del dolore al nervo sciatico possono derivare anche da condizioni più delicate come infezioni, lesioni o formazione di tumori nella parte lombare della colonna vertebrale nei casi più gravi.

Esiste poi la cosiddetta sindrome del piriforme, un muscoletto che, andando a battere sul nervo, lo preme, irrita e infiamma.

Altro fattore di rischio di infiammazione del nervo sciatico è la gravidanza in virtù del peso aggiuntivo del feto; per questo è tanto importante ch ela donna continui a fare anche solo dei piccoli esercizi di ginnastica dolce e respirazione,c he non abbandoni completamente piccole tenciche di mobilità e flessibilità della colonna vertebrale. 

In molti casi oltre agli esami diagnostici si può ricorrere al tipico esame ortopedico che consiste nell'eseguire il test di sollevamento della gamba tesa: in sintesi la persona viene fatta sdraiare in posizione supina con entrambe le gambe dritte, le vien chiesto di sollevare la gamba interessata a un angolo di 45°, tenendola dritta.

Se il medico, facendo prove di colpi ai piedi e chiedendo di mantenere la posizione del dolore, rintraccia nel paziente dolore alla parte bassa della schiena o coscia, probabilmente si tratta di sciatica.

 

Come curare il nervo sciatico quando è infiammato?

 

Per approfondire:

> Mal di schiena, cause e rimedi naturali

> Come curare il nervo sciatico infiammato