Articolo

Mindful eating, cos'è

I metodi tradizionali usati per ridurre l'eccesso di peso e promuovere una sana regolazione del peso non sempre hanno successo. Tra gli approcci a tutto tondo possiamo scegliere di applicare la consapevolezza, n'accettazione non giudicante della vita soprattutto nel momento dedicato al pasto.

Mindful eating

Credit foto
©citalliance / 123rf.com

Cos'è il la mindful eating

La mindful eating o “Arte della presenza mentre si mangia” (vale a dire, prestare attenzione al nostro cibo, di proposito, momento per momento, senza giudizio) è un approccio al cibo che si concentra sulla consapevolezza sensuale che ogni individuo dovrebbe avere nei confronti del cibo. 

 

Ha poco a che fare con calorie, carboidrati, grassi o proteine. Lo scopo di un'alimentazione consapevole non è quello di perdere peso, anche se è molto probabile che chi adotta questo stile di alimentazione perda peso.

 

L'intenzione è di aiutare le persone ad assaporare il momento e il cibo e incoraggiare la loro piena presenza per l'esperienza alimentare. Il consumo consapevole è un'accettazione senza giudizio di sentimenti fisici ed emotivi mentre si mangia o in un ambiente alimentare. 

 

I costrutti alimentari consapevoli includono il riconoscere i propri spunti di fame e sazietà fisica al fine di prendere decisioni su quale cibo e quanto mangiare, scegliere alimenti nutrienti e piacevoli, non partecipare ad altre attività mentre si mangia e conoscere le conseguenze di un'alimentazione non salutare.  

 

Diversi tipi di fame

“Quando hai fame, mangia”. Più facile a dirsi che a farsi. Prima di concentrare le attenzioni sulla consapevolezza mentre mangiamo, dobbiamo diventare consapevoli di cos’è che ci spinge a mangiare

 

pesso le persone dicono che mangiano perché hanno fame, ma se viene chiesto loro di descrivere come sanno di avere fame, non sanno dare una risposta. Questo perché ci sono diversi tipi di fame, ognuno dei quali è legato ad esperienze sensoriali che abbracciano il corpo nella sua integrità (mente e cuore). 

 

Grazie alla mindfulness è possibile districare e separare i diversi livelli: fame degli occhi, la fame del tatto, delle orecchie, della bocca, dello stomaco, la fame cellulare, la fame della mente e quella del cuore.

 

Inizialmente praticare la mindful eating risulterà difficile. Come con tutte le cose, più lo si prova e lo si pratica, più diventa familiare e ci dona consapevolezza.  

 

La mindful eating in letteratura

La nascente letteratura scientifica sull'alimentazione consapevole mostra il successo nell'aumentare la consapevolezza e risultati promettenti ma meno robusti con biomarcatori antropometrici di sana regolazione del peso. 

 

Il consumo consapevole è un approccio emergente di regolazione del peso sano che ha il potenziale per affrontare le sfide che i clienti e i pazienti affrontano con una regolamentazione del peso sano, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confermare quali risultati sanitari saranno costantemente influenzati.

Fonti per la consultazione:

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26627097/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6886952/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5556586/
 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio