Articolo

Acqua di avena, proprietà e benefici

L'acqua di avena è una bevanda vegetale con cui sostituire il latte, e dalle ottime qualità nutrizionali

Acqua di avena, proprietà e benefici

Acqua di avena: cos'è

L'acqua di avena, più comunemente conosciuta come latte di avena, è una bevanda vegetale ottenuta dall'avena.

L'Avena presenta numerosi benefici:

> regola la concentrazione sanguigna del colesterolo;

> stabilizza i livelli di zuccheri nel sangue;

> regola il metabolismo grazie ai nutrienti contenuti;

> ha un alto potere saziante e quindi è utile per perdere peso;

> è un alimento energetico e un ottimo ricostituente per sportivi e convalescenti;

> è salutare per l'intestino, poiché è ricca di fibre;

> permette di depurare l'organismo poiché aiuta ad eliminare e sciogliere il muco dovuto ad una alimentazione povera di nutrienti vivi e troppo ricca di amidi e alimenti che producono colle;

> è un buon alimento dal punto di vista nutrizionale, ricco di proteine vegetali, vitamine (A, B ed E) e minerali, nonché di aminoacidi (ne contiene 5 degli 8 essenziali).

L'acqua di avena è un alimento completo, poiché si ricava dall'avena cotta e frullata insieme al liquidi in cui viene cotta. In questo modo l'avena mantiene intatte le qualità e le fibre, utili per la salute dell'intestino.

 

Leggi anche Farina di avena, proprietà e utilizzo >>

 

Acqua di avena: come sceglierla e come prepararla a casa

L'acqua di avena si trova facilmente in commercio anche nei supermercati non specializzati in alimenti naturali o biologici. Scegliete sempre acqua di avena da agricoltura biologica e da avena integrale: in questo modo le fibre sono mantenute insieme a tutto il chicco e derivano da coltivazioni biologiche.

Evitate l'acqua di avena con crusca di avena aggiunta. Controllate che non vi siano dolcificanti artificiali, o zucchero bianco, tra i primi ingredienti: il primo ingrediente dovrebbe essere l'acqua, poi l'avena.

È possibile fare l'acqua di avena in casa. Si parte dall'avena, utilizzando farina di avena integrale, fiocchi di avena integrali non dolcificati, o chicchi di avena integrali, da agricoltura biologica e, possibilmente, provenienti da colture italiane.

> Si fa bollire l'acqua, nella misura di una parte di avena e cinque parti di acqua. Si lascia riposare l'avena poi nel liquido, a fuoco spento, per 8 ore almeno. Si può far sciogliere nell'acqua del dolcificante naturale, dello zucchero di canna o del miele.

> Una volta passate 8 ore si frulla, per sminuzzare al meglio le fibre di avena, si può aggiungere acqua se si vuole una consistenza più liquida, e si filtra con un telo di cotone non colorato. Si conserva in contenitori di vetro in frigorifero per 4 giorni.

> Si può utilizzare anche l'avena a crudo, aumentando quindi la biodisponibilità dell'avenina contenuta nel chicco. In questo caso si lascia ammollare l'avena, integrale e lavata, in acqua a temperatura ambiente, o tiepida, per 24 ore. Si procede poi a frullare il tutto e filtrare il liquido.

Bevuto alla mattina permette di regolarizzare l'intestino e rappresenta un'acqua vegetale dalle alte qualità nutrizionali, dalle poche calorie ma dal grande potere saziante.

L'acqua di avena si può anche usare per via esterna sulla pelle irritata e come idratante, è un ottimo rigenerante grazie alla presenza di vitamina A e vitamina E.

 

Leggi anche Come fare il latte di avena >>