Articolo

Tipologie e stili di birra

Il mondo illimitato della birra offre un numero vertiginoso di opzioni di bevande: dalle lager classiche alle audaci IPA alle birre acide funky. Ogni tipo di birra genera più sottocategorie che solo i veri intenditori riconoscono.

stili-di-birra

Credit foto
©Oleg Shishkov / 123rf.com

Anche la birra ha un suo "stile"

Stile di birra è il termine usato per differenziare e categorizzare le birre secondo varie caratteristiche, come il colore, il sapore, la gradazione alcolica, gli ingredienti, il metodo di produzione, la ricetta, la storia e le origini. 

 

La principale differenza tra i tipi di birra dipende dal tipo di lievito utilizzato per la fermentazione. Una birra può essere qualificata come birra lager o birra ale, a seconda del processo di fermentazione: le birre del tipo ale vengono create attraverso la massima fermentazione, un processo in cui il lievito fermenta a temperature più calde e si deposita nella parte superiore della birra. 

 

Il lievito usato per preparare la birra lager tende, invece, a depositarsi sul fondo della birra e il processo di fermentazione è più lungo e si svolge a temperature più fredde. 

 

Come classificare le birre

Le birre possono essere classificate in base a diversi fattori, due tra i quali (aspetto e gusto) giocano un ruolo primario. Le caratteristiche visive che possono essere osservate in una birra sono il colore, che deriva dal tipo di malti usati, la limpidezza e il tipo di schiuma. 

 

Il sapore di una birra può derivare da ciascuno dei suoi ingredienti: dal tipo e dalla quantità di malto (o degli altri fermentescenti), dal tipo e dalla quantità di luppolo, dalla gradazione alcolica, dagli esteri, dalla varietà di lievito, dal tipo di acqua e da molte altre componenti aromatiche, oltre che dal processo produttivo. 

 

Le principali tipologie

Non esiste un accordo globale su quanti stili birrari esistono, ma in linea generale le birre possono essere classificate in: lager, ale e lambic.

 

Le ale si distinguono per l’impiego di lieviti ad alta fermentazione, mentre le lager sono prodotte con lieviti a bassa fermentazione. Le ale vengono fermentate usando i lieviti Saccharomyces cerevisiae, definiti ad alta fermentazione in quanto all’inizio del processo salgono in superficie per poi, nelle fasi finali, andare a sedimentarsi sul fondo del recipiente utilizzato per la fermentazione della birra. 

 

Nella lager il lievito risulta molto più fragile, non ad alta fermentazione e richiede condizioni specifiche per prosperare. Indipendentemente dallo stile di birra, il lievito va a condizionare il grado alcolico della bevanda.

 

Il ceppo usato per produrre birra ale si irrobustisce con il crescere del grado alcolico, rendendo le ale birre piuttosto alcoliche. La birra lager, invece, viene trattata con lieviti più fragili, che ne rallentano la fermentazione. 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio