Articolo

Ribes rosso: ricetta della marmellata

Diamo un'occhiata alla ricetta, ai benefici, alle caratteristiche e ai modi di consumare un'ottima marmellata di ribes rosso, prelibata, poco comune, un must nella nostra scorta di cibi per l'autunno e l'inverno

Ribes rosso: ricetta della marmellata

Il frutto chiamato ribes rosso appartiene, come tutti i ribes (inclusa l’uva spina), alle Grossulariaceae; sono piante tipiche dei territori del nord e degli ambienti montani, usate sin dall’antichità a scopo alimentare e terapeutico: sono una riserva di vitamina C, ottima per combattere i malanni tipici degli ambienti freddi.

Inoltre contengono numerosi flavonoidi e antociani da sempre utilizzati come antidolorifici, per contrastare i disagi dovuti alla menopausa, per minimizzare le allergie e le intolleranze, e per mille altri usi tradizionali.

Si ritiene che il ribes rosso sia originario dell’Europa nord occidentale, vale a dire Bretagna, Belgio, Danimarca.

 

Quali sono le proprietà benefiche per la salute collegate al consumo di ribes rosso?

Il ribes è di aiuto in caso di costipazione intestinale: grazie alla fibra alimentare di ottima qualità, l’intestino viene ben trattato, la sua salute migliorata.

La fibra alimenetare aiuta inoltre a combattere il colesterolo e a migliorare lo stato delle arterie.

In quanto buona fonte di vitamina K, possiamo dire che il ribes rosso è un ottimo alleato delle ossa: la vitamina K infatti riduce la perdita di calcio tramite le urine e abbassa l'innaturale tendenza del sangue ad acidificarsi.

La vitamina C presente nel ribes rosso non è solo utile contro i disagi tipici del freddo e dell’inverno, ma anche per mantenere un buon collagene, e quindi per migliorare la salute di pelle e capelli.

Chi soffre di anemia scopre nel ribes rosso un ottimo strumento di formazione di globuli rossi, grazie alla riserva di ferro e rame contenuta nel frutto. Infine, come tutti i ribes, ha un forte potere antiossidante, importante per la prevenzione dei tumori e per la lotta ai radicali liberi.

 

La marmellata di ribes rossi

Il ribes rosso è un frutto disponibile solo in alcune aree e in alcuni mesi, non dovunque e non tutto l’anno.

Per questo uno dei mondi per averlo sempre a disposizione in cucina è quello di trasformarlo in marmellata, o meglio, in confettura, visto che il termine marmellata è da riferirsi alle confetture di agrume.

Inoltre, gli zuccheri che andremo ad usare renderanno il frutto più dolce che al naturale, in cui il sapore acidognolo tende a prevalere.

 

Preparazione della confettura di ribes rosso

Ed eccoci in cucina a preparare la ricetta. Si tratta di una marmellata abbastanza facile da fare: le bacche, staccate dal raspo, andranno lavate e ben asciugate.

Una volta cotte a fiamma bassa fino al punto di vederle rilasciare il succo (circa 10 minuti), si estrae il materiale per passarlo in un setaccio, un filtro o un passatutto che ci permetterà di eliminare i semi.

Alla buona purea che rimane, sarà tempo di aggiungere lo zucchero in proporzione variabile tra 1:0.6 e 1:1; lo zucchero si scioglierà uniformemente in un tempo compreso tra i 6 e gli 8 minuti.

Aspetteremo che il tutto cominci a bollire, girando lentamente ma in modo regolare, e lasceremo bollire per 4-5 minuti ancora.

Adesso non rimane che riempire dei barattoli preventivamente sterilizzati con acqua bollente, vapore caldo, olio essenziale di pompelmo, passandoli al forno o in qualsiasi altra maniera classica, purché siano ben asciugati, e li riempiremo della nostra confettura di ribes rossi bella calda, per poi chiudere ermeticamente e riporre i barattoli in un luogo oscuro a testa in giù, di modo che si formi il sottovuoto.

Per ottenere una marmellata più gelificata, possiamo aggiungere la polpa e la buccia di una mela al nostro preparato; è noto infatti che le mele contengono pectina, un polisaccaride responsabile della gelificazione.

 

Come consumare la marmellata di ribes rosso

Il pane bianco è il miglior amico della marmellata di ribes rosso, non c'è dubbio, specie se unito da un sottile strato di burro.

Tuttavia possiamo scoprire altri 1000 modi di consumare questa leccornia: possiamo mettere la marmellata in un bicchiere mescolata a noci e arachidi, per poi conservare il tutto a basse temperature per avere un effetto simil-budino ripieno; oppure la marmellata di ribes si sposa ottimamente anche con la panna o col latte di cocco, ideale su un toast.

State preparando dei muffin? Indovinate cosa potete metterci dentro come ripieno? E un'altra delle combinazioni più amate su questo tema è la marmellata di ribes rosso con biscotti di cioccolata. Infine, non possiamo esentarci dal suggerire una deliziosa crepes al gusto di ribes rossi.  

 

Scopri gli altri frutti di bosco e le loro proprietà e ricette

 

 

 

Sei mamma di un bambino dagli 0 ai 10 anni?

Con Cure-Naturali scarica le guide di esperti psicologi in formato ebook e ottieni una consulenza personalizzata offerta da Alleanza Assicurazioni.

 

Clicca qui per il tuo pacchetto omaggio